Cina, il dissidente Xie Changfa condannato a 13 anni di carcere

E’ stato condannato a 13 anni di carcere il dissidente cinese Xie Changfa, 57 anni, che aveva tentato di organizzare un congresso del partito democratico, messo al bando in Cina. La corte di Changsha, capoluogo dello stato di Hunan, lo ha riconosciuto colpevole del reato di sovversione.

Per l’organizzazione americana ‘Human Rights in Cina’ si tratta di una delle “condanne piu’ severe di un dissidente degli ultimi anni”, mentre l’avvocato di Xie ha sostenuto che organizzare un partito politico in Cina e’ un diritto garantito dalla costituzione.

Il dissidente era stato arrestato nel giugno 2008. Suo fratello Xie Changzhen, presente al processo insieme a un gruppo di amici e sostenitori, ha preannuciato che ricorrera’ in appello contro la sentenza di condanna.

Fonte: AdNKronos, 2 settembre 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.