Cina, Human Rights: forze ordine sequestrano decine uiguri

Decine di uiguri risultano scomparsi in Cina dopo i disordini etnici che hanno agitato la provincia dello Xinjiang lo scorso luglio, sequestrati dalle forze dell’ordine che rifiutano di dare notizie sulle loro condizioni alle famiglie.

Lo denuncia oggi l’organizzazione per la difesa dei diritti umani Human Rights Watch.

La polizia e i soldati, sostiene Hrw, hanno fatto irruzione nei quartieri a maggioranza uigura di Urumqi, la capitale della regione, nei giorni e nelle settimane successivi alle violenze – nelle quali sono rimaste uccise quasi 200 persone – caricando gli uomini su camion e conducendoli via.

L’organizzazione spiega di aver avuto racconti diretti di più di 40 casi, ma si tratta solo della “punta dell’iceberg”.

Lo Xinjiang, regione ricca di petrolio, occupa una posizione strategica nell’Asia centrale, ma è agitata dalle tensioni etniche. Molti uiguri sentono di essere una minoranza nella loro terra d’origine, e devono fare i conti con restrizioni su cultura e religione.

Le forze di sicurezza si sono mosse dopo che, il 5 luglio scorso, le proteste degli uiguri a Urumqi sono sfociate in attacchi contro gli abitanti della città, soprattutto nei confronti dei cinesi di etnia Han.

Le strade sono state transennate e la polizia – denuncia Hrw – ha ispezionato i corpi degli uomini in cerca di ferite che potessero provare che avevano preso parte ai disordini. E’ stato chiesto loro che cosa stavano facendo al momento degli scontri, talvolta anche con metodi violenti.

La polizia inoltre ha fatto irruzione nelle abitazioni e negli uffici e ha sequestrato persone senza mandato né spiegazioni, secondo quanto hanno raccontato alcuni testimoni all’organizzazione newyorchese.

Fonte: 21 ottobre 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.