Cina, Hu Jintao all’Occidente: “Stop al protezionismo”

Il presidente cinese chiede di promuovere il libero commercio internazionale per opporsi al protezionismo, riferisce l’agenzia Nuova Cina.

“Dobbiamo opporci al protezionismo in tutte le sue forme”. Da Singapore il presidente cinese Hu Jintao fa sentire la voce dei paesi in via di sviluppo, sfavoriti a suo dire dalle barriere commerciali innalzate dall’Occidente. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina.
I paesi industrializzati impongono restrizioni “non ragionevoli” alle esportazioni delle nazioni emergenti. Le dichiarazioni di Hu Jintao, rilasciate al vertice dell’Associazione dei paesi dell’Asia e del Pacifico (Apec), arrivano a pochi giorni dalla prima visita in Cina del presidente Usa Barack Obama.
Quello del premier cinese è un incitamento all’accelerazione del “round di Doha”, la trattativa che dovrebbe portare ad un nuovo accordo sul commercio mondiale. Manca nel discorso di Hu Jintao ogni riferimento alla rivalutazione dello yuan, la moneta cinese che secondo gli osservatori è tenuta artificialmente bassa per favorire le esportazioni. Anche di questo discuteranno martedì a Pechino Hu e Obama.

Fonte: Peace Reporter, 13 novembre 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.