Cina: il governo prova a mettere fine al mining di criptovalute

Il Bitcoin e le altre criptovalute non sembrano essere molto apprezzate dal governo cinese, il quale sta cercando un modo per mettere in atto un’uscita ordinata della Cina da questo mercato. Secondo quanto riportato da alcuni documenti emersi, le autorità statali stanno fortemente incoraggiando diverse aziende a porre fine alle loro attività di mining, intervenendo sull’incremento dei costi dell’energia e su una serie di regolamentazioni ambientali più stringenti.

Questa presa di posizione così marcata è giustificata da diverse motivazioni. Tra queste troviamo la paura di dover affrontare una potenziale crisi finanziaria causata dai primi investitori che perderanno ingenti somme nel mondo delle criptovalute, oltre alla necessità di contenere l’inquinamento generato dall’enorme richiesta energetica da parte delle varie farmsparse per tutto l’immenso territorio nazionale. La Cina, infatti, consuma due terzi di tutta l’energia elettrica utilizzata nel mondo per le operazioni di mining, le quali stanno avendo un serio impatto sull’utilizzo delle risorse a livello mondiale.

Il problema principale dell’aspetto energetico riguarda il fatto che gran parte dell’elettricità prodotta proviene da fonti fossili, quindi non rinnovabili e altamente inquinanti. Naturalmente esistono altri motivi che stanno spingendo il governo cinese verso la graduale messa al bando delle criptovalute, come ad esempio l’impossibilità di controllare gli scambi tra privati e quelli compiuti nell’ambito di attività criminali, ad esempio per evadere le tasse locali.

Nonostante l’intervento del governo centrale, tuttavia, sarà molto difficile che il fenomeno possa essere arginato con facilità, dal momento che molte delle società che potrebbero chiudere sono anche un’importante fonte di ricavi per le autorità locali, grazie alle tasse corrisposte. Insomma, i Bitcoin e le altre criptovalute potrebbero presto diventare molto scomode in Cina, tuttavia è improbabile che gli eredi dei Qin smettano di sentirne parlare nel futuro prossimo.


Fonte: hdblog.it, 10 gen 18

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.