Fujian: ristorante perseguitato perché fa riferimento al buddhismo

Nel Fujian, un noto ristorante vegetariano che promuove il pensiero di maestri buddhisti deve cambiare l’insegna mentre libri e video vengono confiscati.

L’«Amitabha Vegetarian Food» è un ristorante senza scopo di lucro fondato da un tempio buddhista situato nella contea di Mingxi, nella provincia sudorientale del Fujian, ed è gestito esclusivamente da volontari. Ogni giorno fino a 300 persone consumano i loro pasti nel locale che promuove il vegetarianismo e gli insegnamenti buddhisti. Nel ristorante è spesso possibile assistere alla proiezione di video che spiegano le scritture buddhiste e alcuni libri buddhisti sono esposti sugli scaffali a disposizione degli avventori.

Avviso emesso dall’amministrazione della contea di De’an riguardante la creazione di un gruppo di lavoro speciale di investigazione e repressione per resistere a Chin Kung e alle attività di infiltrazione del suo Pure Land Institute (Immagine tratta da Internet)

Trascorsi meno di sei mesi dalla sua apertura, il ristorante ha però attirato l’attenzione dell’amministrazione. Secondo quanto riferito da un buddhista che ha chiesto di restare anonimo, lo scorso novembre funzionari del locale Dipartimento del lavoro del Fronte Unito hanno ordinato al gestore di sostituire l’insegna. Amitabha, il cui nome compare sull’insegna del ristorante, è il Buddha celeste nel Mahayana, uno dei due rami principali del buddhismo. Il ristorante è stato rinominato «Lian Hai Zhen Wei», il nome «Amitabha» è stato persino cancellato dal tabellone dove sono indicati i turni di lavoro del personale. I funzionari hanno detto che tali misure si erano rese necessarie in quanto troppe persone frequentano il ristorante.

Tutti i libri e i materiali audiovisivi relativi al Maestro Chin Kung che si trovavano nel ristorante sono stati confiscati. Il novantaduenne Maestro Chin Kung, il cui nome di nascita è Hsu Yeh-hong, è nato nel 1927 nella contea di Lujiang, nella giurisdizione della città di Hefei, nella provincia orientale dell’Anhui. Gode di un grande rispetto ed è considerato il Grande Maestro che ha riportato il Buddhismo all’istruzione, alla filosofia e alla saggezza; egli promuove attivamente l’uguaglianza tra le religioni e l’armonia multiculturale. Il Maestro Chin Kung ha studiato il Buddhismo a Taiwan e ha viaggiato in tutto il mondo promuovendone le idee. Nel 2001, per favorire la propagazione del buddhismo, ha fondato il Pure Land Learning College in Australia.

Il personale del Dipartimento del lavoro del Fronte Unito ha avvertito il responsabile del ristorante, dicendo: «Chin Kung tiene lezioni sul buddhismo all’estero e i cinesi non credono in ciò che lui insegna. Tutto ciò che lo riguarda deve essere rimosso altrimenti vi verrà comminata una multa».

Funzionari del Dipartimento del lavoro del Fronte Unito hanno anche fatto irruzione nel magazzino del tempio che ha fondato il ristorante e hanno confiscato circa 300 libri sugli insegnamenti del Maestro Chin Kung, nonché testi su altri maestri buddhisti pubblicati localmente e a Taiwan.

Nel 2011, il PCC ha pubblicato il Bollettino sullo stato di ulteriore resistenza a Chin Kung e alle attività di infiltrazione del “Pure Land Institute”, chiedendo che ogni regione della Cina impedisca risolutamente ai suoi insegnamenti di entrare nel Paese e di «cogliere l’opportunità per espandere la sua influenza». Il Dipartimento del lavoro del Fronte Unito ha preso di mira il Pure Land Institute perché ritiene che sottoponga i seguaci a indottrinamento forzato e influisca sull’ideologia tradizionale, inoltre il Maestro Chin Kung viene accusato di diffondere insegnamenti fuorvianti ed eretici.

Fonte: Bitter Winter,22/05/2019

Versione inglese:Restaurant Suppressed for Affiliation with Buddhism

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.