Cina: figlia di dissidente scomparso chiede aiuto a Obama

”Presidente Obama, come padre di due bambine, la prego di chiedere al Presidente Hu di dire a questa figlia, dove si trovi suo padre”. Cosi’ la figlia 17enne dell’avvocato dissidente cinese Gao Zhisheng, di cui si sono perse le tracce dal febbraio 2009, si e’ rivolta al presidente americano Barak Obama dalle pagine del Wall Street Iournal, denunciando il rapimento del padre da parte di Pechino e i continui maltrattamenti subiti da parte della polizia. Geng Grace, che ora vive negli Stati Uniti con la madre e il fratello, ha esortato Obama a chiedere al presidente cinese Hu Jintao dove si trovi Gao durante il meeting del G20 di Seoul. ”So che mio padre e’ un solo uomo. Ma so anche che se al governo cinese e’ permesso di violare apertamente la propria legge per quanto riguarda mio padre, e’ solo una questione di tempo prima che il prossimo padre scompaia”, ha affermato la figlia di Gao. Da quando e’ scomparso la prima volta, l’avvocato e’ ricomparso solo nel marzo di quest’anno, quando e’ stato apparentemente rilasciato dalla polizia. Gli amici e i colleghi che l’hanno incontrato hanno riferito che anche dopo la liberazione ha continuato a essere seguito dalla polizia, e che si trovava in cattive condizioni di salute. ”Non gli e’ stato permesso di parlare di cio’ che gli e’ successo o di dove sia stato durante questo anno terrificante, ma almeno io potevo dirgli al telefono che gli volevo bene”, ha detto Geng. Un mese dopo, Gao e’ scomparso di nuovo e non e’ stato piu’ sentito da allora.

Fonte: Asca, 28 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.