Cina, DNA modificato: confermata la gravidanza di una seconda donna

Le autorità cinesi confermano: una seconda donna starebbe portando avanti una gravidanza in seguito agli esperimenti per creare i primi bambini geneticamente modificati ad opera di He Jiankui, ex ricercatore presso la Southern University of Science and Technology di Shenzhen.

La vicenda era balzata agli onori delle cronache lo scorso anno, quando He Jiankui aveva annunciato alla comunità scientifica di aver alterato con successo il DNA di due gemelle nate lo scorso novembre, Lulu e Nana, per evitare che contraessero il virus dell’HIV. Sarebbero state ben otto le coppie di genitori (con padri positivi all’HIV e madri negative al virus) che avrebbero aderito alla sua sperimentazione, di cui solo una si sarebbe tirata indietro in corso d’opera.

I dettagli dell’esperimento avevano suscitato un’immediata reazione da parte della comunità scientifica internazionale e il governo cinese aveva ordinato a He di interrompere immediatamente la ricerca. Esperimenti di questo tipo, infatti, sono vietati nella maggior parte dei Paesi, inclusa la Cina, perché contrari all’etica. Per questo motivo, stando a quanto scoperto dagli investigatori locali, He avrebbe agito da solo.

 

He, che in seguito all’annuncio della nascita delle gemelle aveva anticipato la possibilità di un’altra potenziale gravidanza, è stato licenziato dalla Southern University of Science and Technology of China di Shenzhen e si trova agli arresti domiciliari in una stanza del campus. Secondo l’agenzia di stampa cinese Xinhua, contro di lui si profila adesso un’azione penale,dopo che l’indagine portata avanti nella provincia del Guandong ha rilevato che il ricercatore ha “evitato la supervisione del suo lavoro e violato le norme di ricerca perché voleva essere famoso”.

Bisogna dire, come fa notare l’ANSA, che non ci sono verifiche indipendenti sulla rivendicazione di He, e non è del tutto escluso che possa trattarsi di una bufala. Tuttavia, l’indagine cinese avrebbe confermato la riuscita della modifica genetica. La madre in attesa e le due gemelle già nate saranno messe sotto osservazione medica, poiché non è escluso il rischio di danno agli altri geni; se davvero l’esperimento avesse avuto esito positivo inoltre, il DNA modificato potrebbe essere trasmesso alle future generazioni.

Il tema delle modifiche al DNA è sempre più cocente, con tutte le implicazioni mediche ed etiche legate all’eugenetica. L’anno scorso si era discusso di come la riscrittura del DNA si avvicinasse a grandi passi, e successivamente si erano registrati i primi successi nella cura di malattie genetiche; recentemente si era trattato anche dei cambiamenti nell’espressione genica dovuta ai viaggi nello spazio dei due astronauti gemelli Scott e Mark Kelly.

Fonte: HDBlog.it;24/01/2019

English article,The Guardian:

Second woman carrying gene-edited baby, Chinese authorities confirm

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.