Cina, consiglio regionale approva mozione per liberazione premio nobel

E’ stata approvata dal Consiglio regionale della Lombardia una mozione della Lega Nord per la liberazione del Premio Nobel per la Pace, Liu Xiaobo detenuto in Cina. Sulla questione è intervenuto il Consigliere regionale del Carroccio e primo firmatario, Jari Colla. “Con questa mozione – spiega Colla – abbiamo chiesto alla Giunta di intervenire, attraverso il propri canali diplomatici, presso il Governo nazionale e gli organismi comunitari affinché le autorità cinesi liberino Liu Xiaobo e gli altri detenuti incarcerati per reati d’opinione. Si tratta di un gesto dal valore simbolico: siamo infatti coscienti di non poter agire direttamente sulle decisioni del regime cinese, ma vorremmo comunque dare un segnale significativo nei confronti di un problema reale che non coinvolge soltanto il Premio Nobel per la Pace ma anche migliaia di altri individui rinchiusi nelle carceri con l’unica colpa di aver espresso in modo non violento il proprio pensiero.” “Una forte crescita economica non è sufficiente per divenire una grande potenza civile. Il regime comunista di Pechino deve iniziare a fare i conti con le proprie contraddizioni, il che comporta la risoluzione di questioni importanti come il rispetto dei diritti umani ma anche l’indipendenza del Tibet e la chiusura dei Laogai, i campi di concentramento cinesi dove vengono rinchiusi i dissidenti.”

Fonte: Il Giornale.it, 9 novembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.