Come i principi del Partito Comunista Cinese prendono il posto dei sentimenti

Quello del PCC è un regime leninista e autoritario. Fin dalla fondazione delle partito si stabilirono tre linee guida fondamentali: la linea politica, la linea intellettuale e la linea organizzativa. La linea politica riguardava la definizione degli obbiettivi. La linea intellettuale riguardava i fondamenti filosofici del Partito Comunista. La linea organizzativa si riferiva al modo in cui gli obbiettivi devono essere raggiunti.

La prima cosa a cui i membri del PCC, come pure coloro sotto il dominio del PCC, sono assolutamente soggetti, sono i comandi a cui devono obbedire incondizionatamente. Questo è il contenuto della linea organizzativa. In Cina, la maggior parte della gente sa della doppia personalità dei membri del PCC.

In privato, i membri del PCC sono esseri umani come tutti gli altri, con sentimenti di felicità, collera, dispiacere e gioia. Possiedono i meriti e le mancanze di tutti. Possono essere genitori, mariti, mogli o amici. Ma al di sopra della natura e dei sentimenti umani stanno i principi del partito, che, secondo i requisiti del Partito Comunista, trascendono la condizione umana.

Quindi, ciò che è umano diviene relativo e mutevole, mentre i principi del partito diventano assoluti, al di là di qualsiasi dubbio o sfida. Durante la Rivoluzione Culturale, i padri torturavano i figli e viceversa, mariti e mogli lottavano gli uni contro gli altri, studenti e professori scrivevano rapporti vicendevolmente, e madri e figlie si fronteggiavano da nemiche.

I principi del partito motivavano conflitti e odio. Durante il primo periodo del dominio del PCC, alcuni alti ufficiali del PCC erano sotto accusa perché i loro familiari venivano etichettati come nemici di classe. Anche questo era fomentato dai principi del partito.

Il potere dei principi del partito sui singoli individui deriva dai corsi di indottrinamento del PCC nel corso di un’intera vita. Questo addestramento inizia all’asilo, dove le risposte stabilite dal partito vengono premiate, risposte che non si adeguano al senso comune o alla natura umana del bambino.

Dalle elementari alle superiori gli studenti ricevono un’educazione politica che segue i principi del Partito Comunista. Ai non conformisti non viene permesso di passare oltre e di diplomarsi. Un membro del partito deve aderire alla linea del partito quando parla in pubblico, non importa quali siano i suoi sentimenti in privato. La struttura organizzativa del PCC è una piramide gigantesca, con il potere centrale in cima che controlla l’intera gerarchia.

Questa struttura, unica nel suo genere, è una delle caratteristiche più importanti del regime del PCC; quella che produce un conformismo assoluto. Oggi il PCC è degenerato in una entità politica che lotta per mantenere i propri interessi consolidati. Non cerca più di raggiungere nulla degli elevati obiettivi propri del comunismo. Questo partito, che si è situato al di sopra dell’umanità e della natura umana, rimuove ogni organizzazione o persona che considera possa andare a detrimento del proprio potere, sia che si tratti di un normale cittadino che di un alto funzionario del PCC stesso.

da Fonte Epoch Times: I Nove commentari sul Pcc

Versione inglese:  How the party nature replaces and eliminates human nature

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.