- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

CINA-Chengdu, Chiesa della Prima pioggia: arrestati 11 bambini, anche uno di soli due mesi

La comunità non ufficiale è fuorilegge, ma i membri continuano a incontrarsi nelle case e la polizia compie raid violenti. Bambini lasciati per tutta la notte al freddo e affamati.

Undici bambini fra cui un neonato di soli due mesi sono i più giovani prigionieri della polizia di Chengdu (Sichuan): sono stati arrestati insieme ai loro genitori – in tutto 44 persone – perché si erano incontrati in diverse case per pregare al sabato sera.

Il fatto è avvenuto il 24 febbraio ed è annunciato sul profilo Facebook della Chiesa della Prima pioggia dell’Alleanza, una comunità protestante non ufficiale, il cui pastore Wang Yi, è stato arrestato lo scorso dicembre [1].

Sebbene la sede della comunità sia stata chiusa, i fedeli continuano ad incontrarsi al sabato sera nelle case. Ma ciò è proibito secondo i nuovi regolamenti sulle attività religiose. Per questo ogni settimana alcuni fedeli vengono presi e arrestati, e poi rilasciati.

Il 24 febbraio scorso sono stati arrestati 44 fedeli, rimasti in prigione fino al giorno dopo. Anche i bambini hanno dovuto dormire sul pavimento freddo e lasciati senza cibo. Alla stazione di polizia, uno dei membri della Chiesa, Tang Chunliang e sua moglie sono stati colpiti dalla polizia.

Lo scorso 2 marzo è successo un fatto simile. Secondo la testimonianza rilasciata su Facebook, alle 9 del mattino del 2 marzo, “la sorella Xing e il fratello Liu della Chiesa della Prima pioggia dell’Alleanza sono stati arrestati dalla polizia di Chengdu” mentre visitavano altri fedeli. Sono stati portati alla stazione di polizia di Taisheng e interrogati e picchiati. Sette o otto poliziotti hanno continuato a “umiliare, abusare, picchiare con violenza”. Alle 10 di sera sono stati riportati a casa. Ora Xing e Liu (v. foto 2) si aspettano che la polizia convinca il loro padrone di casa a interrompere l’affitto e sbatterli fuori dall’appartamento. I nuovi regolamenti, infatti, prevedono che chi dà ospitalità a gruppi religiosi non ufficiali, subisca l’esproprio della sua proprietà.

La comunità della Prima pioggia ha circa 500 membri e 300 simpatizzanti. Essa non è nuova agli arresti e ai raid. Lo scorso giugno la loro sede era stata chiusa perché la comunità aveva voluto ricordare con un servizio funebre gli uccisi nel massacro di Tiananmen [2]. Alcuni suoi membri sono stati arrestati in ottobre perché evangelizzavano in strada, vicino alla stazione di Chengdu [3].

Pochi giorni dopo il suo arresto, è stata diffusa una lettera del pastore Wang Yi [4], in cui si denuncia la mancanza di libertà religiosa in Cina e si rivendica il carattere non violento della fede della sua comunità.

Fonte: Asianews,07/03/2019

English version:

Eleven children, including a two-month baby, from the Early Rain Covenant Church arrested in Chengdu [5]