Cina, il caso 996: il superlavoro che fa strage di manager

I dirigenti delle aziende sempre più a rischio stress e morte: sono in servizio dalle 9 del mattino alle 9 di sera, 6 giorni su 7. Il caso del fondatore di Doctor Chunyu, Zhang Rui, deceduto a 44 anni. Così il colosso asiatico distorce l’attitudine imprenditoriale che ha fatto la fortuna della Silicon Valley.

PECHINO – La solitudine dei numeri primi conosce in Cina l’ultima formula che sintetizza lo stress assassino provato dai supermanager. Segnatevi questa cifra: 996. Nello slang della seconda potenza economica del mondo, 996 vuol dire appunto lavorare dalle 9 del mattino fino alle 9 di sera, 6 giorni su 7. È una “schedule”, un’agenda di lavoro, che secondo i suoi propugnatori farebbe praticamente raddoppiare i risultati. Peccato che raddoppiando anche gli sforzi qualcuno cominci a rimanerci secco.

L’ultimo caso ha fatto scattare l’allarme in un Paese come questo dove sul lavoro non si risparmia per la verità proprio nessuno, dall’adrenalico amministratore delegato dell’ennesima scommessa web di Shenzen fino all’ultimo facchino di quell’esercito di “bangbang” che sono i nerboruti portatori a braccio che ancora oggi sciamano per le futuristiche vie da Metropolis di Chongqing.

La morte a 44 anni di Zhang Rui è stato più che uno shock per tutta la comunità degli imprenditori di qui: amplificato dal fatto che la company del povero Rui era specializzata nella produzione di app dedicate alla tecnologia medica. La fotografia del fondatore presa dal pamphlet aziendale sembra un tragico memento: Rui, sorridente in giacca e serenamente scravattato, mostra un telefonino da cui spunta uno stetoscopio. Questo ex giornalista web reinventatosi imprenditore, aveva tutte le ragioni per spalancare il suo sorriso: la sua Doctor Chunyu aveva appena raccolto un miliardo di dollari di fondi raggiungendo il miliardo di capitalizzazione. I dipendenti erano tutti eccitati per l’imminente debutto in Borsa: hanno invece dovuto accompagnare l’amministratore al funerale.

Morire di lavoro non è purtroppo una novità né, tantomeno, una caratteristica di quaggiù. È vero: il caso di mister Zhang e di almeno altri due manager stroncati dal superlavoro nel giro di poche settimane in Cina, ricorda molto quel fenomeno già tristemente noto in Giappone come “karoshi”. Il governo di Tokyo proprio poche settimane fa, ha finalmente aperto il primo libro bianco su questa vergogna taciuta per troppo tempo ma da quarant’anni conosciuta dagli esperti di sociologia del lavoro. E anche lì: tanto stress da affaticamento, malanni vari, perfino suicidi, i dipendenti di almeno un’azienda su quattro che lavorano 80 ore in più del dovuto al mese.

Ma tra i due fenomeni, entrambi tragici, c’è una differenza fondamentale. Il karoshi è figlio di quella cultura giapponese che miscela dovere e orgoglio personale, dedizione alla causa e paura anche solo di mostrare di non farcela: eserciti di impiegati si distruggono alle scrivanie per non vedersi sorpassare dal vicino di desk nel tempo speso lì dentro, schiere di colletti bianchi si consumano nei loro cubicoli per non finire sulla lista nera del capoufficio. Il 996 cinese è altra cosa. Oltre alla orientalissima dedizione alla causa, qui c’è molto dello spirito dei go-getters americani, della gente a cui piace darsi da fare. Trent’anni dopo il “liberi tutti”, o quasi, di Den Xiaoping, lo slogan con cui l’uomo che cancellò la Rivoluzione Culturale di Mao Zedong spinse i cinesi ad arricchirsi, l’esplodere del fenomeno 996 sembra oggi il frutto bacato di un raccolto che era stato fin qui fortunato: il boom cioè di quell’attitudine imprenditoriale strutturata a immagine e somiglianza del successo di Silicon Valley.

Alla velocità di 1,2 aziende nascenti ogni giorno, è chiaro che la competizione è diventata più che esacerbata. Lo straordinario successo di Jack Ma, l’ex prof di inglese che dal nulla ha creato l’impero di Alibaba, 25 miliardi di capitalizzazione al debutto di Wall Street nel 2014, ha spinto migliaia e migliaia di smanettoni a crederci: grazie al web e alle app tutto è possibile. E c’è chiaddita il gigante web proprio come l’iniziatore del modello di successo oggi finito sotto accusa. È dunque 996 la misteriosa formula magica per volare sui tappeti come Alibaba? Dopo i primi caduti di superlavoro, perfino la laboriosissima Cina, adesso, comincia a non crederci più.

La Repubblica,03/11/2016

English article, The Australian Financial Review:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.