CINA – Bambini lasciati indietro

Li chiamano bambini lasciati indietro e sono le prime vittime dell’urbanizzazione e del modello di sviluppo della nuova Cina.

Secondo gli ultimi sondaggi sarebbero 61 milioni i bambini costretti a rimanere nei villaggi di origine affidati alle cure di nonni e altri parenti mentre i genitori sono in città a lavorare. Altri 36 milioni hanno seguito invece i genitori ma – a causa della legislazione cinese dell’hukou che dai tempi di Mao le lega i diritti dei cittadini al luogo di nascita – non possono accedere a diritti fondamentali come sanità e istruzione. Significa che in Cina 100 milioni di bambini, grosso modo un bambino su tre vive in uno stato di completa incertezza.

China Files,02/07/2015

English version, The Guardian:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.