Cina, autorità carcerarie negano cure mediche al nipote dell’attivista cieco

Carol Wickenkamp,Epoch Times, 14.01.2014

Il nipote incarcerato dell’attivista cieco Chen Guangcheng ha l’appendicite, ma le autorità carcerarie si rifiutano di concedergli il congedo medico e nemmeno intendono farlo operare nell’ospedale della prigione, secondo quanto riferito la scorsa settimana dalla Chinese Human Rights Defenders (Chrd).

Quando Ren Zongju, la madre di Chen Kegui, lo ha visitato a fine dicembre nel carcere di Linyi in provincia dello Shandong, era visibilmente malato, sudava copiosamente e irrigidiva l’addome, riferisce Chrd.

 Chen Kegui, il nipote dell’avvocato per i diritti umani Chen Guangcheng qui raffigurato, si trova in carcere ed è gravemente ammalato, ma l’amministrazione non vuole permettergli di ricevere le cure mediche necessarie per la sua appendicite.

Chen soffre di appendicite dal novembre del 2012, quando ha iniziato a scontare la sua condanna, ma le autorità del carcere non gli hanno mai concesso di ricevere un trattamento vero e proprio, sostenendo che la sua appendicite è una cisti.

All’inizio di questo mese, dal momento che le sue condizioni non sono migliorate, la famiglia ha ancora una volta presentato domanda per il rilascio di Chen in maniera che potesse essere curato fuori dalla prigione ma le autorità del carcere l’hanno nuovamente respinta, sostenendo che la famiglia non ha la qualifica adeguata per richiedere un rilascio per motivi di salute, secondo quanto riferisce Chrd.

Lo scorso anno a Chen è stata ufficialmente diagnosticata un’appendicite, ma quando suo padre Chen Guangfu – fratello più grande di Chen Guangcheng – ha richiesto un congedo medico, le autorità carcerarie si sono rifiutate di concederglielo e nemmeno hanno concesso a ChenKegui di essere ricoverato nell’ospedale della prigione.

Un’ecografia dello scorso aprile mostrava che l’appendicite era infiammata e infetta con pus, ha riferito Human Rights Watch (Hrw), confermando che le sue condizioni erano gravi e che richiedevano un intervento già a quel tempo.

«Chen Kegui ha urgente bisogno di cure mediche – ha riferito Sophie Richardson portavoce della Hrw – Finché le autorità di Pechino, Shandon e Linyi non cessano la loro persecuzione nei confronti della famiglia Chen, è difficile cogliere la differenza che la leadership di Xi Jinping dovrebbe portare rispetto alla precedente, nonostante le sue promesse di “chiudere i potenti nelle gabbie della legge”».

Il trattamento che i funzionari del carcere hanno riservato a Chen Kegui è arrivato dopo i diversi episodi di molestie e intimidazioni verso la famiglia di Chen Guangcheng a seguito della sua fuga, aveva riferito Richardson allora.

Chen Kegui è stato arrestato e imprigionato nel 2012 per aver difeso la sua famiglia da una banda di guardie della sicurezza che aveva fatto irruzione dentro casa sua con la scusa di cercare Chen Guangcheng, fuggito dagli arresti domiciliari.

Fonte-Epoch Times: http://www.epochtimes.it/news/cina-autorita-carcerarie-negano-cure-mediche-al-nipote-dell-attivista-cieco—125139

English version,click here:
Chen Guangcheng’s Imprisoned Seriously Ill Nephew Is Denied Medical Release

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.