Cina, attentato nello Xinjiang, arrestati quattro uiguri

L’agenzia stampa Nuova Cina ha annunciato oggi di aver arrestato quattro persone in relazione ad un attentato in cui la scorsa settimana sono rimaste uccise sette persone, nella regione del Xinjiang, nella Cina occidentale.

Il 9 agosto scorso un uomo e una donna di etnica uigura  hanno fatto esplodere una bomba rudimentale contro una pattuglia di assistenti della polizia, civili che affiancano gli agenti in operazioni di ordine pubblico. La donna è morta nell’esplosione, mentre l’uomo è stato arrestato. Gli Uiguri sono un’etnia turcofona e islamica, minoranza che vive nel nord-ovest della Cina, soprattutto nella regione autonoma dello Xinjiang, insieme ai cinesi Han. La tensione tra uiguri e Han è esplosa nel luglio 2009, durante le violenze nella città di Urmqui in cui persero la vita quasi duecento persone.

Fonte: Peace Reporter, 26 agosto 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.