Cina: attentati, 8 persone punite con la morte tra cui quelle dell’attacco a Piazza Tiananmen

Otto persone sono state messe a morte in Cina perché ritenute coinvolte in “attentati terroristici” attribuiti a gruppi separatisti radicali degli Uighuri: un’etnia turcofona e minoranza islamica che vive nel nord-ovest del Paese

Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina, precisando che fra i capi d’imputazione considerati nel processo c’era anche quello di complicità nell’attacco suicida perpetrato nell’ottobre del 2013 in piazza Tiananmen, a Pechino, con un bilancio di due turisti uccisi e 40 feriti.

Nella foto polizia cinese in pattugliamento nel Xinjiang

Interpellato via mail dall’Afp, Dilxat Raxit, portavoce del Congresso mondiale degli Uighuri in esilio, ha denunciato il processo come preconfezionato e le esecuzioni delle otto persone come inique. “Un tipico caso di giustizia al servizio della politica” del regime di Pechino, ha accusato.

da The Guardian,24/08/2014

English version,The Guardian,click here:China executes eight for terrorist activities including Tiananmen attack

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.