Cina: annullato il mega show di Dolce e Gabbana. «La Cina si sente offesa». Gli stilisti: «Colpa degli hacker».[Video]

Lo show di Dolce e Gabbana a Shangai é stato cancellato, stamattina, a causa di una polemica esplosa sul web e che niente e nessuno é stato più in grado di fermare.

Lo show di Dolce e Gabbana a Shangai è stato cancellato il 21 novembre 2018 a causa di una polemica esplosa sul web e che niente e nessuno è stato più in grado di fermare. Tutto è cominciato da un video postato domenica scorsa in preparazione dell’evento, fra l’altro il più grande mai realizzato dagli stilisti (1500 invitate, un’ora di show, modelle e ballerini, attori e personaggi): tre spot durante i quali una ragazza cinese cercava di mangiare la pizza, gli spaghetti, un cannolo con i bastoncini. Subito sono cominciate le accuse sui social sugli stereotipi citati e la decisione di Weibo, il più grande social cinese, di ritirarlo.

Il boicottaggio

Poi la vicenda si complica. È cominciato uno scambio di messaggi privati su Instagram fra una ragazza inglese, Michaela Tranova, e (parrebbe, ma lo stilista smentisce di averli mai scritti e postati) Stefano Gabbana, durante i quali il designer avrebbe pesantemente offeso la Cina. Dolce e Gabbana però non ci stanno: quei messaggi non sono nostri, «rispettiamo e amiamo la cultura cinese». Gli stilisti sostengono di essere stati hackerati sia sull’Instagram di Stefano Gabbana sia su quello della società. Sono in corso indagini.

Le posizioni

Ma non finisce qui. La ragazza inglese ha a sua volta girato la conversazione a Diet Prada, l’Instagram moralizzatore della rete fashion, portato avanti da due ragazzi di cui uno cinese, che l’ha postato scatenano la tempesta. Commenti su commenti e le prime posizioni ufficiali e la richiesta di boicottare l’evento (e non solo, qualcuno come Zhang Ziyi ha detto sul suo Instagram che non avrebbe più indossato abiti Dolce e Gabbana) subito colta da attori, attrici, modelle, ospiti. Sino alla presa di posizione ufficiale del Bureau della cultura di Shangai di cancellare l’evento e della Lega della Gioventù cinese di condannare la mancanza di rispetto. L’azienda italiana ha accolto la decisione di annullare l’evento.

Il commento

«Ciò che è accaduto oggi è davvero spiacevole, non solo per noi, ma per tutti coloro che hanno lavorato notte e giorno per dar vita a questo progetto»: così Domenico Dolce e Stefano Gabbana commentano l’annullamento della loro sfilata in Cina. «Il nostro sogno – scrivono – era quello di realizzare a Shanghai un evento che fosse un tributo alla Cina, che raccontasse la nostra storia e la nostra visione. Non sarebbe stata una semplice sfilata, ma un evento speciale creato con amore e passione proprio per la Cina e per tutte le persone che al mondo amano Dolce&Gabbana», è scritto nella nota ufficiale.

Corriere.it,21/11/2018,https://www.corriere.it/moda/news/18_novembre_21/cina-annullato-mega-show-dolce-gabbana-la-cina-si-sente-offesa-stilisti-colpa-hacker-82053da8-ed6a-11e8-be2f-fc429bf04a05.shtml?refresh_ce-cp

Versione inglese,SCMP:

Dolce & Gabbana cancels show in China after celebrities and models boycott over founder Stefano’s ‘racist online outburst’ and controversial ad campaign

Video:  Fashion show canceled amid ‘racist’ ad uproar

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.