Cina, allarme ex vice-governatore Banca centrale su crescita impieghi

Wu Xiaoling, ex vice-governatore della Banca popolare cinese (PboC), si è espresso con allarme sul ritmo della concessione di credito in Cina, segnalando una prevedibile frenata dei volumi nel secondo semestre dell’anno. Xialoing, che ora siede nel Comitato economico e finanziario del Congresso nazionale, ha affermato che il volume dei crediti in circolazione dovrebbe aumentare nel 2009 del 35%, mentre i nuovi crediti dovrebbero raggiungere quota 11.100 miliardi di yuan (+34% rispetto a un anno prima a 7.730 miliardi a tutto luglio).

Questo trend potrebbe causare problemi all’economia, scrive Wu Xiaoling in un documento interno datato 10 agosto, con conseguenze negative per l’inflazione. L’Autorità di sorveglianza del settore bancario in Cina ha trasmesso alle banche una serie di nuovi orientamenti sui ratio di capitale e sulla necessità di esercitare cautela nella concessione di prestiti.

Fonte: MilanoFinanza Online, 21 agosto 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.