CINA : alla sbarra il giovane che comparò Xi a Hitler su twitter

Pensava fosse un gioco ed è finito in prigione.  Kwon Pyong, un giovane di origine coreana, si divertiva a prendere in giro i potenti del mondo sui social network dalla sua casa a Yanbian, nel nord est della Cina. L’ultima trovata, però, non ha fatto ridere il regime cinese.

Il ragazzo lo scorso settembre ha postato un selfie che lo ritraeva con indosso una t-shirt in cui il presidente Xi Jinping veniva chiamato Xitler. Pochi giorni dopo è stato arrestato. Il processo è iniziato mercoledì 15 febbraio. L’accusa è di “incitamento alla sovversione” e l’allontanamento dei due avvocati della difesa non promette nulla di buono.

La soglia della sensibilità è diminuita. Prima si perseguivano le persone che scrivevano saggi o commenti. Ora puoi finire dentro se posti qualcosa su Twitter o Weibo (il twitter cinese n.d.r.)” spiega al New York Times uno degli avvocati Liang Xiaojun

Twitter e Facebook non sono visibili al grande pubblico in Cina, per questo forse Kwon, il cui nome cinese è Quan Ping, si sentiva libero di parlare. Anche di se stesso. Su Twitter si  descrive come “l’eterno studente, dedito a rovesciare il comunismo”. Kwon, 28 anni, ha sottovalutato la capacità di ascoltare del Grande Fratello. Nel rinvio a giudizio sono elencati almeno 70 tra commenti, video o immagini postati sui social network “in cui si insulta il sistema socialista e lo Stato”.

Un anno fa l’attivista Zhang Haitao era stato condannato a 19 anni di prigione per “incitamento alla sovversione” proprio a causa dei suoi post su Internet. Nel caso di Kwon ai genitori è stata promessa una sentenza mite a patto che allontanassero gli avvocati della difesa. Ora si attende il verdetto.

Corriere della Sera,  18 febbraio 2017

English article,Freedom House:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.