Cina, 800 milioni di soldati in caso di guerra

L’assemblea nazionale popolare cinese ha approvato una nuova legge che permetterà di mobilitare tutta la popolazione, più di 800 milioni di persone, in caso di minaccia militare.

La legge include tutti gli uomini dai 18 ai 60 anni e tutte le donne dai 18 ai 55 anni, con alcune eccezioni quali i lavoratori della scuola,delle organizzazioni sociosanitarie e i funzionari delle Nazioni Unite. La mobilitazione potrà essere decisa dal Consiglio di Stato (organo esecutivo) o dalla Commissione Militare Centrale (lo stato maggiore dell’esercito) quando la sovranità del Paese, l’unione, l’integrità territoriale e la sicurezza nazionale siano direttamente minacciati. L’ Esercito di Liberazione Popolare cinese è la forza armata più numerosa del mondo, contando più di due milioni di effettivi.

Fonte: Peace Reporter, 27 febbraio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.