- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Chongqing: La signora Su Zebi deceduta dopo essere stata liberata dal campo di lavoro

Alle circa 10 di mattina il 19 maggio 2008, gli agenti della sicurezza locale del distretto di Jiangbei Liang Shibin, Liu Ling ed altri hanno arrestato la signora Su Zebi e l’hanno portata al centro di lavaggio del cervello di Yubei dopo aver perquisito la sua casa. Il 1° giugno 2008, è stata condannata ad un anno di campo di lavoro forzato ed è stata portata al campo femminile di Shabao nel distretto di Jiangbei.
Al campo, è stata messa nel quarto quartiere, noto come il “quartiere di formazione” che è stato stabilito specificamente per contenere i praticanti del Falun Gong. Nel gennaio 2009, 127 praticanti sono stati detenuti in quel quartiere, 58 di loro hanno più di 60 anni. Indipendentemente dall’età, tutti sono stati costretti a “esercitarsi” all’aperto dalle 7:00 alle 19:00 per un mese. Le esercitazioni includono la marcia in stile militare, stare in piedi ed accovacciarsi. Ai praticanti non è permesso parlare o guardarsi negli occhi tra di loro. I prigionieri tossicodipendenti sono assegnati per tenerli sotto controllo ventiquattro ore su ventiquattro. Sono autorizzati a picchiare e insultare i praticanti a volontà. I praticanti sono costretti a leggere i libri che calunniano il Falun Gong e sono costretti a scrivere dei rapporti per “correggere il loro pensiero”. Se non accettano, vengono picchiati e privati del sonno. Viene dato loro poco cibo e devono svolgere lavori pesanti. I praticanti oltre 60 anni devono confezionare 29 kg di caramelle e piegare 350 scatole per l’imballaggio, cucire sei pantaloni. Ogni volta che qualcuno non finisce la sua quota, viene costretto a stare in piedi per lungo tempo, a scrivere la dichiarazione di colpevolezza, o copiare le regole della prigione.
Durante la permanenza nel campo di lavoro, la signora Su ha subito diverse ferite fisiche e psicologiche. Dopo essere tornata a casa il 1° giugno 2009, la polizia locale ha continuato a minacciarla e tormentarla. È deceduta il 14 novembre 2009 a causa del forte stress a cui era sottoposta.

Fonte: Dossier Tibet, 13 dicembre 2009