CHIAVARI: controlli sulla qualità e sequestri in negozi di cinesi

Poca attenzione alla qualità e alle norme UE. E’ questo il problema del commercio cinese, imbattibile, perché familiare. Le famiglie lavorano per 14 ore al giorno all’interno del negozio, senza bisogno di assumere commesse o altro personale.

Ma il commercio cinese si basa su prodotti cinesi, per lo più provenienti da un unico mega magazzino europeo, che si trova in Spagna. I prodotti cinesi però hanno standard di qualità e sicurezza molto inferiori a quelli europei, e quindi spesso diventano illegali, se posti in commercio.

Da qui il maxi sequestro avvenuto a Chiavari, dopo i controlli eseguiti dalla Guardia di Finanza in alcuni negozi gestiti da cinesi.

In arrivo multe pesanti da parte della GdF che ha effettuato controlli e sanzioni.

Tigullio News,20/04/2015

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.