Caserta. Sequestrati 140 mila articoli contraffatti. Denunciati 5 commercianti cinesi

Potevano essere potenzialmente pericolosi per la salute i prodotti sequestrati dalle Fiamme Gialle culminato con la denuncia di cinque cittadini cinesi ed il sequestro di oltre 140 mila pezzi contraffatti.

La GdF di Caserta al momento del sequestro

Ora i titolari dei supermarket, oltre ad esser stati segnalati agli organi amministrativi competenti, dovranno rispondere dinanzi alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere dei reati di contraffazione, frode in commercio, cessione di prodotti con segni mendaci e ricettazione.

I controlli eseguiti dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Capua e della Compagnia di Marcianise, nell’ambito di un vasto piano di controllo sull’abusivismo commerciale posto in essere dal Comando Provinciale di Caserta, hanno interessato i comuni di Maddaloni, San Nicola La Strada, Curti e Piedimonte Matese. L’operazione ha portato all’individuazione di alcuni esercizi commerciali che ponevano in vendita centinaia di prodotti recanti marchio “CE” contraffatto ovvero privi delle indicazioni a tutela dei consumatori, su origine e tracciabilità.

La merce (tra cui addobbi natalizi, decorazioni, balocchi, lampadine, accessori elettronici, carica batterie, prese elettriche, articoli per la casa, profumi, ecc.) era esposta sugli scaffali pronta per essere commercializzata durante le festività natalizie, il cui valore è stato stimato in oltre 300 mila euro.

La marcatura “CE”, prevista dalla direttiva comunitaria sulla sicurezza dei prodotti, è obbligatoria per legge su tutti gli articoli che possono arrecare danno agli acquirenti, in quanto preordinata a tutelare quest’ultimi dai potenziali pericoli derivanti dall’utilizzo di materiali tossici o cancerogeni.

I prodotti privi del contrassegno sono confezionati spesso con materiali pericolosi, come nel caso di giocattoli destinati ai più piccoli, i quali possono disperdere frammenti che, se ingeriti, rischiano di determinare il soffocamento dei bambini.

L’operazione di servizio si inquadrata in un più ampio contesto d’intensificazione delle attività a tutela del Made in Italy, che, come noto, riveste un settore strategico per l’intera economia nazionale. I numerosi risultati conseguiti dalla Guardia di Finanza nello specifico settore testimoniano la costante attenzione del Comando Provinciale di Caserta al contrasto di fenomeni illeciti che possono arrecare danno ai consumatori ed agli onesti commercianti.

Il Quaderno.it,08/12/2015

Articoli correlatiIl marchio CE e la truffa dei cinesi

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.