- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

CANAVESE – Controlli della guardia di finanza nei negozi cinesi: sequestrati 6600 prodotti

Quattro negozianti nei guai. Multe fino a 25 mila euro. In due casi rinvenuti articoli pornografici esposti tra la merce. L’operazione rientra nel quadro delle attività svolte a salvaguardia del consumatore.

La guardia di finanza di Ivrea, nel corso delle consuete attività di contrasto all’immissione e al commercio nel territorio nazionale di merci contraffatte e prive dei requisiti di sicurezza per la salute dei cittadini, ha sequestrato oltre 6600 prodotti non sicuri nei confronti di quattro imprese commerciali del Canavese e comminato sanzioni che vanno da 516,00 a 25.823,00 euro.
I negozi inadempienti sono stati individuati a Rivarolo Canavese, Ivrea e Pavone Canavese.
Nel corso dell’attività, condotta dalla compagnia di Ivrea, è emerso come gli articoli sequestrati, soprammobili, oggettistica di arredo per la casa, bigiotteria e materiale vario di cancelleria, non riportavano le previste “informazioni minime” necessarie per la loro messa in vendita; ad esempio, risultavano sprovvisti delle istruzioni per l’uso in lingua italiana oppure del tipo di componenti impiegati e il riferimento all’importatore comunitario.  Durante i controlli nei confronti di due commercianti di nazionalità cinese, inoltre, sono stati rinvenuti articoli la cui esposizione deve obbligatoriamente avvenire, per il suo genere, in appositi e separati locali, tali da non permettere la visione ad una clientela di età inferiore ai 18 anni. Per tale violazione i gestori sono stati segnalati al Prefetto di Torino per l’applicazione della sanzione amministrativa prevista.
L’operazione rientra nel quadro delle attività svolte dalla Guardia di Finanza a salvaguardia del consumatore finale, che vanta il diritto di trovare sul mercato solo prodotti sicuri, e per scongiurare l’acquisto di tutti quei prodotti con problemi in termini di sicurezza e potenziali pericoli per la salute.
Quotidiano Canavese,18/11/2015