Cambi: Cina attacca FED e chiede sia monitorata da G20

La Cina lancia un nuovo allarme sulla nuova immissione di liquidita’ della Fed e chiede che l’istituto sia monitorato dal G20. Secondo il vice governatore della banca centrale cinese Ba Delun la mossa della Fed ‘puo’ aggiungere rischi agli squilibri globali e puo’ creare una bolla speculativa. Serve piu’ vigilanza’. Ancora piu’ dura l’agenzia cinese Xinhua, secondo cui la Fed ‘mette a rischio la ripresa globale seguendo solo la propria ripresa economica’. Il commento dell’agenzia ufficiale cinese arriva a ridosso del G20 di Seul e il forum dell’Asean a Yokohama in Giappone. ‘Il G20 – scrive Xinhua – deve creare un nuovo meccanismo che tenga sotto monitoraggio l’emittente della moneta di riserva internazionale, specie quando non e’ in grado di avere una responsabile politica valutaria’. ‘E’ necessario – prosegue l’agenzia – che l’emittente della moneta di riserva internazionale riporti e comunichi col G20 prima di effettuare importanti scelte di politica monetaria’.

Fonte: La Repubblica, 9 novembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.