- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Buscate: Gianni Taeshin Da Valle ha descritto i Laogai, i moderni lager cinesi (video)

Si è aperta a Buscate, voluta dall’assessore Merlotti, a cura della Lagoai Research Foundation Italia, la mostra fotografica dedicata ai campi di lavoro Cinesi, come descritti dal Da Valle come veri campi di concentramento.Per descrivere cosa sono i Laogai prendiamo la descrizione dal sito dell’associane che si trova al link www.laogai.it [1] che dice: “La parola LAOGAI è in realtà una sigla ricavata da “LAODONG GAIZAO DUI” e significa “riforma attraverso il lavoro”. I LAOGAI sono tuttora strettamente funzionali allo stato totalitario cinese per il doppio scopo di perpetuare la macchina dell’intimidazione e del terrore, con il lavaggio del cervello per gli oppositori politici e di fornire al regime un’inesauribile forza lavoro a costo zero. Per queste ragioni il sistema dei Laogai è in pieno sviluppo”. Una parte della grande struttura dei LAOGAI si chiama LAOJIAO (Laojiaosuo o rieducazione attraverso il lavoro). Il LAOJIAO è un sistema di “detenzione amministrativa” per cui si può essere imprigionati direttamente dalla polizia senza nessuna sentenza, fino a 3 anni. Il LAOJIAO è infatti, principalmente, usato per le persecuzioni contro i dissidenti, religiosi e credenti di tutte le religioni.

Lagoai Research Foundation, attraverso mostre come quella buscatese, vuole sensibilizzare la gente su questa detenzione, che è un nuovo tipo di schiavitù che riesce attraverso tute le pressioni che esercita a ridurre notevolmente il costo della mano d’opera cine. Da Valle ci dice: “io dopo aver conosciuto questo tipo di moderni lager, sono più attento in ciò che acquisto, compro esclusivamente italiano, modificare il nostro tipo di scelta nell’acquisto e salvaguardare il lavoro italiano e in un certo modo può schiavizzare meno questa popolazione”. Nel sito si legge inoltre : “LAOJIAO è lo strumento prioritario di repressione contro il Falun Gong, una pratica religiosa cinese con elementi di confucianesimo, buddismo, taoismo ed esercizi fisici. Infatti, dal 1999 è in corso una durissima persecuzione contro i Falun Gong, che vengono arrestati e uccisi e i cui organi, principalmente il fegato, i reni e la cornea, vengono venduti a clienti cinesi, asiatici e occidentali per alti profitti”.

L’assessore Merlotti, invitata tutti i cittadini a visionare la mostra che rimarrà aperta tutti i giorni fino al 12 aprile. Chi vorrà avere più informazioni, stando seduto comodamente a casa può leggere altre informazioni sul sito dell’associazione.

Francesco Maria Bienati, OkNotizia [2]