Buscate: Gianni Taeshin Da Valle ha descritto i Laogai, i moderni lager cinesi (video)

Si è aperta a Buscate, voluta dall’assessore Merlotti, a cura della Lagoai Research Foundation Italia, la mostra fotografica dedicata ai campi di lavoro Cinesi, come descritti dal Da Valle come veri campi di concentramento.Per descrivere cosa sono i Laogai prendiamo la descrizione dal sito dell’associane che si trova al link www.laogai.it che dice: “La parola LAOGAI è in realtà una sigla ricavata da “LAODONG GAIZAO DUI” e significa “riforma attraverso il lavoro”. I LAOGAI sono tuttora strettamente funzionali allo stato totalitario cinese per il doppio scopo di perpetuare la macchina dell’intimidazione e del terrore, con il lavaggio del cervello per gli oppositori politici e di fornire al regime un’inesauribile forza lavoro a costo zero. Per queste ragioni il sistema dei Laogai è in pieno sviluppo”. Una parte della grande struttura dei LAOGAI si chiama LAOJIAO (Laojiaosuo o rieducazione attraverso il lavoro). Il LAOJIAO è un sistema di “detenzione amministrativa” per cui si può essere imprigionati direttamente dalla polizia senza nessuna sentenza, fino a 3 anni. Il LAOJIAO è infatti, principalmente, usato per le persecuzioni contro i dissidenti, religiosi e credenti di tutte le religioni.

Lagoai Research Foundation, attraverso mostre come quella buscatese, vuole sensibilizzare la gente su questa detenzione, che è un nuovo tipo di schiavitù che riesce attraverso tute le pressioni che esercita a ridurre notevolmente il costo della mano d’opera cine. Da Valle ci dice: “io dopo aver conosciuto questo tipo di moderni lager, sono più attento in ciò che acquisto, compro esclusivamente italiano, modificare il nostro tipo di scelta nell’acquisto e salvaguardare il lavoro italiano e in un certo modo può schiavizzare meno questa popolazione”. Nel sito si legge inoltre : “LAOJIAO è lo strumento prioritario di repressione contro il Falun Gong, una pratica religiosa cinese con elementi di confucianesimo, buddismo, taoismo ed esercizi fisici. Infatti, dal 1999 è in corso una durissima persecuzione contro i Falun Gong, che vengono arrestati e uccisi e i cui organi, principalmente il fegato, i reni e la cornea, vengono venduti a clienti cinesi, asiatici e occidentali per alti profitti”.

L’assessore Merlotti, invitata tutti i cittadini a visionare la mostra che rimarrà aperta tutti i giorni fino al 12 aprile. Chi vorrà avere più informazioni, stando seduto comodamente a casa può leggere altre informazioni sul sito dell’associazione.

Francesco Maria Bienati, OkNotizia

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.