Bloccati malati di Aids, volevano visitare Hu Jia

La polizia di Pechino ha fermato ieri due malati di Aids che volevano andare a salutare Hu Jia, il dissidente rilasciato in giugno dopo tre anni e mezzo di prigione. Lo riporta oggi il quotidiano Global Times. Il giornale riferisce che Zhu Longwei e Sun Ya sono stati bloccati all’ ingresso del complesso residenziale dove abita il dissidente, portati in un vicino commissariato e trattenuti per circa cinque ore. “Volevamo solo salutarlo e ringraziarlo per i suoi sforzi a favore dei malati di Aids”, hanno dichiarato i due una volta rilasciati. Hu Jia, 37 anni, è stato uno dei primi a battersi per i diritti delle vittime dell’Aids nella provincia dell’ Henan, dove migliaia di persone hanno contratto la malattia a causa delle trasfusioni di sangue eseguite senza rispettare le regole di sicurezza. Nel 2008, Hu è stato condannato per aver scritto degli articoli critici della situazione dei diritti umani in Cina. Dopo aver scontato la condanna Hu è in teoria tornato un libero cittadino, seppur privato dei diritti politici per un anno. Di fatto viene controllato a vista dalla polizia che gli impedisce i contatti con l’ esterno. Sia Zhu che Sun sono originari dell’ Henan, dove hanno conosciuto Hu Jia.

Fonte: Ansa.it, 8 luglio 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.