BIRMANIA – Mandalay: Aung San Suu Kyi in un meeting risponde sul problema preoccupante degli immigranti cinesi nel Paese

Mandalay: Aung San Suu Kyi ha dichiarato durante il fine settimana che il governo deve rispettare e proteggere i suoi cittadini dalle minacce poste dall’immigrazione clandestina, ed invita ad una convivenza “armonica” con le persone di tutte le nazionalità in Birmania.

Suu Kyi così risponde risponde alle domande di Domenica di alcuni scrittori di spicco durante un incontro alla Mandalay Division’s Pyin Oo Lwin, dove si sono radunati i sostenitori favorevoli a modificare la Costituzione in Birmania. Questo colloquio fa parte di una campagna politica che la leader birmana sta effettuando nel Paese.

Nella foto Aung San Suu Kyi mentre parla all’incontro alla Mandalay Division’s Pyin Oo Lwin

Suu Kyi differisce dalla visione dei funzionari responsabili di Naypyidaw( Capitale Birmania) e abbiamo chiesto la sua opinione sul modo migliore per controllare l’afflusso di cittadini cinesi che continuano a popolare la città negli ultimi due decenni.

“La responsabilità di proteggere i cittadini è nelle mani del governo”, ha detto.

“Dobbiamo chiederci, Chi ha dato le opportunità a questi migranti clandestini? Se il governo non protegge il proprio popolo e il paese, nessun governo straniero penserà a farlo. “

Gli analisti di Mandalay denunciano il fatto che le città e le imprese locali vedono una affluenza sempre maggiore di immigrati cinesi entrati illegalmente nel Paese, ma che successivamente sono riusciti ad ottenere la cittadinanza birmana.

I sostenitori hanno portato alla luce la questione controversa legata alla diga idroelettrica di Myitsone. Un mega progetto cinese sospeso dal presidente Thein Sein nel 2011. causa la diffusa opposizione dell’opinione pubblica.

“Abbiamo tutti bisogno di vivere in armonia con il mondo, soprattutto con i paesi limitrofi. Ma abbiamo bisogno di un buon governo che rispetti i suoi cittadini ed è disposto a fare il suo dovere per proteggere la sovranità del Paese “, ha asserito Suu Kyi in risposta alle preoccupazioni dei letterati sulle voci che circolano circa la ripresa dei lavori per la costruzione della diga.

I letterati hanno accusato i cittadini cinesi, molti dei quali non parlano la lingua birmana, di pagare ingenti somme di denaro per comprare case e appezzamenti di terreno situato nel centro della città, nell’intento di spingere gli ex residenti nella periferia dell’ antica capitale. L’aumento dei prezzi degli immobili nel centro di Mandalay si dice hanno messo le proprietà principali terrieri fuori dalla portata della maggior parte dei residenti brmani.

I giornalisti di Mandalay hanno detto di aver scritto molti articoli su residenti birmani che avevano venduto le loro case nella città per poi stabilirsi in periferia .

“Mandalay è silenziosamente caduta nelle mani della cultura sociale. culturale ed economica cinese.”

“I problemi di questi migranti illegali è diventata una delle questioni importanti per il 2015 quando le elezioni nazionali si svolgeranno. Non vogliamo che la stessa cosa accada ad altre città, e nel paese “, ha detto Hsu Nget, un importante letterato di Mandalay.

Durante l’incontro, Suu Kyi ha invitato gli scrittori ad unirsi nell’incoraggiare le persone attraverso la loro letteratura a partecipare alla politica, che ha detto è stata la preoccupazione di ogni cittadino.

Suu Kyi afferma: “Dal momento che gli scrittori sono sia direttamente o indirettamente coinvolti con la politica del paese, vorrei chiedere di incoraggiare le persone con le vostre opere-senza pregiudizi, per coloro che non capiscono e hanno paura di impegnarsi con la politica del Paese”.

The Irrawaddy, 24/03/2014

English version,click here: In Mandalay Writers Meeting, Suu Kyi Addresses China Concerns

Articoli correlati: BIRMANIA:  Aung San Suu Kyi  parla contro i comportamenti non etici della politica.

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.