Birmania: addio a Win Tin, con Suu Kyi sfidò la giunta militare

E’ morto, a Yangon, Rangoon Win Tin, il famoso dissidente e giornalista, compagno di lotta di Aung San Suu Ki, con cui nel 1988 ha fondato la Lega nazionale per la democrazia (Nld), il più importante partito di opposizione alla giunta militare birmana.

Win Tin era ricoverato dal 12 marzo in ospedale per problemi respiratori. Era stato direttore di un quotidiano prima di gettarsi nella battaglia per la democrazia, costatagli 19 anni di prigionia in isolamento e con frequenti maltrattamenti. Al momento della liberazione grazie all’amnistia del 2008, era il detenuto politico rimasto più tempo nelle carceri birmane.

Pur operando sempre a fianco di Suu Kyi, con lei aveva avuto anche momenti di contrasto come quando criticò la decisione della Premio Nobel per la Pace di candidarsi alle elezioni suppletive dell’aprile 2012, scelta che a suo dire legittimava un governo ancora pieno di generali.

Win Tin rimase comunque sempre fedele alla sua compagna nella lotta per la democrazia che gli ha reso omaggio definendolo «l’orgoglio della nazione, l’orgoglio dell’umanità». Dopo le elezioni del 2015 Suu Kyi punta a ottenere la presidenza del Paese, sfruttando le aperture democratiche del governo moderato vicino all’ex giunta militare

Corriere della Sera,22/04/2014

English Version, The Irrawaddy, April 22, 2014:
In Burma, a Spirit Unbowed by Torture

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.