Bilancio del 2009: la Cina dei record e delle spese folli

Il 2010 è appena iniziato e i cinesi tirano le somme dell’anno appena concluso. Il 2009 è stato l’anno di molti record per il colosso giallo: leader nella produzione di energia nucleare ed eolica, primato nella vendita di automobili battendo gli USA, numero uno dell’esportazione mondiale sorpassando la Germania, record d’incassi per quanto riguarda il trasporto aereo nonostante la crisi, che la Cina ha sostenuto senza grosse perdite, e più grande acquirente di gioielli d’oro del mondo.

Proprio alle spese folli del 2009 il China Daily ha dedicato un articolo, riportando cifre da capogiro riguardanti articoli di ogni genere. Il letto decorato con oro, diamanti e giada, per esempio, che è stato venduto per 5,88 milioni di yuan (quasi 600mila euro) nella provincia del Guizhou. Poco meno è costato un vestito da sposa ornato di fili di platino e perle, venduto per 5 milioni di yuan, 500mila euro.

Shanghai è senza dubbio una delle città più care e stravaganti del Paese, tanto che nei supermercati è possibile trovare mele speciali, importate dal Giappone, sulla cui buccia, grazie ad una lavorazione particolare, sono state riprodotte delle figure: costano 2009 yuan l’una, circa 200 euro, praticamente un mese d’affitto della mia casa! Ma il record cittadino è detenuto da un appartamento di 600 metri quadrati del lussuoso complesso Tomson Riviera, venduto a più di 160mila yuan al metro quadrato, per un totale di 96,09 milioni di yuan, quasi 10 milioni di euro.

Ma oltre ai beni materiali, c’è chi spende somme incredibili anche in nome della propria spiritualità. È il caso del signor Shi Juying, che ha pagato 990mila yuan, quasi 100mila euro, per essere il primo a bruciare l’incenso durante una cerimonia al Mausoleo di Taihao, nella provincia dello Henan.

C’è, invece, chi i beni li possiede e non intende cederli nemmeno per cifre da capogiro. È successo a Wang Ping, manager dell’Allevamento di Mastini Tibetani del Sichuan, che ha rifiutato l’offerta di un acquirente anonimo disposto a pagare 7,5 milioni di yuan, ai quali ha aggiunto anche una BMW, per uno splendido esemplare di due anni. È vero che il cane è il miglior amico dell’uomo, però io per 800mila euro e una BMW gli avrei regalato pure ciotola e cuccia!

Fonte: Cindia Post, 9 gennaio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.