Banca Mondiale emette primo bond in valuta cinese

La Banca Mondiale ha emesso la sua prima obbligazione in yuan, segnale che presto la valuta cinese sarà utilizzata nei mercati internazionali. Si stima che l’emissione raggiungerà i 500 milioni di renminbi. Intanto la Banca dello Sviluppo asiatico e alcune multinazionali, come McDonald’s e Caterpillar hanno già collocato sul mercato obbligazioni in yuan. Di questo passo, la Cina potrebbe divenire il terzo più grande stakeholder nel prestito di cartamoneta dopo Stati Uniti e Giappone. La misura adottata dalla Banca Mondiale è menifestazione dell’interesse che nutre nel “supportare lo sviluppo del mercato del renminbi”, ha spiegato Doris Herrera-Pol, direttrice dell’area dei mercati di capitale all’interno della Banca Mondiale. Intanto, già da tre anni sono emessi bond nella valuta cinese sul mercato di Hong Kong, considerato il filoconduttore fra il mondo capitalistico e il Celeste Impero.

Fonte: Peace Reporter, 9 gennaio 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.