Banca centrale della Cina vuole politica monetaria più rigorosa

La Cina dovrebbe adottare una politica monetaria più rigorosa per frenare l’inflazione e dovrebbe stare in guardia da rischi e da condizioni monetarie eccessivamente accomodanti. Lo riportano alti funzionari della Banca centrale cinese citando una relazione della stessa banca
Sheng Songcheng, che è a capo della Banca Popolare della Cina della filiale di Shenyang, ha detto che la Cina si trova ad affrontare crescenti pressioni da inflazione importata sotto forma di impennata afflussi di capitali speculativi, lo riportano i commenti in Cina del Financial Times, che si rifà al rapporto del PBOC.
La pubblicazione cita anche Zhang Jianhua, capo dell’ufficio di ricerca presso la banca centrale che ha detto che la Banca Popolare della Cina gradualmente guiderà le condizioni monetarie per riportarle a livelli più normali nella prossima fase di supervisione politica.
Zhang è stato citato per aver affermato che la Cina dovrebbe agire per rendere la propria politica monetaria più stabile e sana “il più presto possibile”.

Fonte: La Repubblica.it, 15 novembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.