Autoimmolazioni in Tibet: due adolescenti muoiono bruciati vivi

Due giovani tibetani si sono dati fuoco e sono morti a Ngaba (provincia del Sichuan), invocando la fine del regime cinese e il ritorno del Dalai Lama in Tibet. Rinchen (nella foto) e Sonam Dargye – questi i loro nomi – avevano 17 e 18 anni e vivevano nella città di Kyantsa. Come riferisce Radio Free Asia (Rfa), il fatto è avvenuto nel pomeriggio di ieri. Le vittime sono decedute sul posto e i loro corpi sono stati portati subito dalle loro famiglie.
Su 104 tibetani che dal 2008 a oggi si sono autoimmolati, sono almeno 20 i giovani di 18 anni o minorenni. Secondo Dicki Chhoyang, ministro dell’Informazione e delle relazioni internazionali del governo tibetano in esilio a Dharamsala, “le autoimmolazioni compiute dalle nuove generazioni mandano un messaggio inequivocabile al mondo circa la gravità della situazione in Tibet”.
Nel corso di un incontro a Ginevra in vista della nuova sessione del Consiglio Onu per i diritti umani, il ministro ha letto una lettera lasciata da Nangdrol, un tibetano di 18 anni che è morto dopo essersi dato fuoco il 19 febbraio 2012: “Non possiamo più sottostare a queste leggi draconiane, tollerare questo tormento che non lascia cicatrici, perché il dolore nel non godere di alcun diritto umano è molto più grande di quello di un’autoimmolazione”.
Dato l’alto numero di giovani e adolescenti che hanno scelto di autoimmolarsi per la causa del Tibet, la Commissione Onu per i Diritti del bambino sta valutando la possibilità di inserire le autoimmolazioni di minorenni tibetani nella lista degli abusi ai diritti dei bambini, e di interrogare la Cina a riguardo.

Fonte: Asia News, 21 febbraio 2013

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.