Aung San Suu Kyi: La riforma della Carta Costituzionale della Birmania dipende dal Capo Militare

La leader dell’opposizione del Myanmar Aung San Suu Kyi ha dichiarato che è fondamentale il parere dell’autorevole generale dell’esercito birmano per eseguire le richieste di modifiche alla costituzione e per la sua ineleggibilità alla presidenza . Il Comandante in Capo dell’esercito si riserva un quarto dei seggi parlamentari quale rappresentante delle forze militari .

( La leader dell’opposizione Aung San Suu Kyi passeggia attraverso i giardini del Government House di Sydney, 27 novembre 2013.)

Parlando durante un meeting in Australia , la 68enne premio Nobel per la Pace ha asserito alla presenza di una folla presso la Sydney Opera House che “ il Myanmar non ha intrapreso con successo ancora il percorso di una vera riforma “. L’attuale Costituzione è stata scritta nel 2008 dai militari nella quale viene vietata la possibilità che il Paese diventi una democrazia.

Aggiunge che: “ il Comandante in Capo il Generale Min Aung Hlaing ha una grande influenza sulle riforme costituzionali proposte in considerazione del fatto che la Carta attuale riserva il 25 per cento dei seggi in parlamento per i membri delle forze armate e occorre solo l’un per cento di maggioranza in parlamento per poter modificare il voto popolare.”

” Il comandante in capo in qualsiasi momento può decidere di rappresentare i militari nella legislatura . Ciò significa , in effetti , che il comandante in capo decide se la Costituzione può essere modificata o no.”

“Come si può definire una Costituzione Democratica quando questa può essere modificata o non modificata in conformità con la volontà di un uomo che ricopre un incarico dove non è stato eletto ? “

Suu continua: “ le procedure per apportarvi le modifiche costituzionali in Myanmar sono stati tra i più rigidi al mondo e sono solo uno dei molti aspetti della Carta che lo rendono “totalmente antidemocratico .”

” Questa Costituzione impedisce al nostro paese di diventare una nazione veramente democratica . Non possiamo avere una vera democrazia sotto una tale costituzione . “

Aung San Suu Kyi , una attivista filodemocratica da molti anni, ha trascorso anni agli arresti domiciliari durante l’ex regime della giunta militare. E’ entrata in parlamento lo scorso anno quando il paese ha abbracciato una serie di riforme introdotte dal presidente Thein Sein dopo decenni di regime militare .

La Costituzione , la esclude di diventare presidente sulla base del fatto che i suoi figli sono cittadini britannici , è un grosso ostacolo e crea numerose difficoltà nelle prossime elezioni generali nel 2015 .

La Costituzione afferma che qualsiasi persona del Myanmar i cui parenti sono cittadini stranieri o hanno cittadinanza straniera non è qualificato per servire come presidente o vice –presidente il Paese. Secondo il parere di alcuni questa clausola è stata introdotta appositamente dai generali per ostacolare la leader birmana.

Revisione parlamentare

La Lega nazionale per la Democrazia del partito di Suu Kyi ha chiesto cambiamenti radicali al documento , che è attualmente in fase di revisione da parte del Parlamento .

Aung San Suu Kyi ha affermato , “ se il paese non fa dei passi in avanti con la riforma costituzionale , non può essere considerata una opera verso la democrazia .”

” Quelli di voi che pensano che la Birmania ha assunto con successo il percorso di riforma , si sbaglia “, usando un altro termine per il Myanmar .”
“Se la Birmania è consapevole di essere sulla strada della democrazia , dobbiamo modificare questa costituzione .”

I funzionari del partito di governo del Myanmar hanno principalmente espresso sostegno per gli emendamenti costituzionali . Alcuni osservatori asseriscono che il processo finora è stato lento anche considerando il fatto che mancano solo due anni al referendum.

Un comitato è stato costituto da 109 membri nel mese di giugno di analizzare il documento e se debba essere modificato o ridisegnato .

Partiti politici fondati su basi etniche in Myanmar e gruppi armati di ribelli etnici che negoziano accordi di cessate il fuoco con il governo dopo decenni di conflitto militare hanno chiesto emendamenti che consentano a gruppi etnici e regioni maggiore autonomia .

Alcuni analisti politici hanno detto che il regime militare ha elaborato la Carta con l’obiettivo di garantire la sua presa sul potere , comprese il consolidamento delle immunità dei leader della giunta in riferimento alla responsabilità delle loro azioni , soffocando di fatto la democrazia , e limitando i diritti dei gruppi etnici minoritari .

Nel mese di settembre , il presidente del Parlamento Shwe Mann dell’Unione Solidarietà e Sviluppo del partito militare,in un verdetto ha riferito che la Costituzione è stata progettata per favorire un corretto trasferimento del potere a un governo civile , respingendo i suggerimenti dei generali , infatti, volevano mantenere la loro presa sul potere attraverso la Carta Costituzionale.

Radio Free Asia, 27/11/2013

English Version:

http://www.rfa.org/english/news/myanmar/constitution-11272013181158.html

Precisazione:

Il Presidente Shwen Mann è un ex militare che non fa parte dell’esercito militare comandato dal Generale Min Aung Hlaing ( che si contrappone ad Aung San Suu Kyi) , fa parte di una “Corrente Riformista” più tollerante, tendente ad un rinnovamento democratico e più giusto.

Gianni Taeshin Da Valle, LRF Italia

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.