Attacchi informatici da parte di due istituti accademici cinesi

Due istituti accademici cinesi sarebbero alll’origine di numerosi attacchi informatici contro aziende occidentali, comprese le caselle di posta di Google di alcuni attivisti per i diritti umani: e’ quanto pubblica il quotidiano statunitense The New York Times.
Gli attacchi sarebbero iniziati nello scorso mese di aprile, molti mesi prima di quanto si era pensato inizialmente: le indagini della National Security Agency avevano portato prima a dei server di Taiwan  per poi finire alla Jiaotong University diShanghai e a un istituto professionale di Lanxiang finanziato dalle forze armate.
‘ipotesi piu’ probabile – scrive il quotidiano newyorkse – e’ che gli istituti siano stati usati dal governo cinese come base per gli attacchi informatici; e’ possibile pero’ che queste servissero come copertura a servizi di Paesi terzi, mentre non e’ da escludere che possa trattarsi di una gigantesca operazione organizzata ai finidi spionaggio industriale.

Fonte: New York Time, 19 febbraio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.