Attacchi alle email di Yahoo! Google bloccato

Oltre a Google, anche Yahoo! in Cina è nel mirino del regime. Il provider ha denunciato che alcuni indirizzi di posta elettronica sono stati bloccati senza motivo. L’allarme è stato lanciato a Pechino da tre giornalisti stranieri e da un analista, le cui mail sono diventate inaccessibili nelle ultime settimane. A ogni tentativo di connessione, si sono visti recapitare il messaggio:” Abbiamo riscontrato problemi con il tuo account”. E, hanno riferito, la stessa disavventura è capitata ad altri colleghi. La società californiana ha reagito ieri con una dichiarazione di condanna degli attacchi web e ha promesso di intraprendere le “misure appropriate contro ogni tipo di violazione e abuso”. E in Cina la vita continua a essere difficile anche per il “nuovo” Google. Dopo che la scorsa settimana il popolare motore di ricerca ha deciso di chiudere la sua sede cinese e di dirottare gli utenti su un nuovo sito basato a Hong Kong, ieri le ricerche risultavano bloccate. La società americana ha spiegato che si è trattato di un guasto interno: l’upgrade in corso è fallito perchè entrato in collissione con il grande “firewell cinese”, il sistema di protezione usato dal regime per bloccare i siti “sgraditi”.

Fonte: Corriere della Sera, 31 marzo 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.