Articoli cinesi contraffatti: sequestrati 630mila giocattoli

giochi preziosi giocattoli gormitiFirenze, Italia – Nell’ambito dei controlli a tutela della salute dei consumatori, d’intesa con ispettori dell’azienda ‘Gig’ del ‘Gruppo Preziosi’, la Guardia di Finanza di Firenze ha sequestrato oltre 630mila giocattoli raffiguranti i noti personaggi della serie ‘Gormiti’, risultati essere contraffatti. I giocattoli, gia’ imbustati e corredati da una card esplicativa sulle caratteristiche principali del personaggio raffigurato, erano pronti per essere distribuiti principalmente nelle edicole.

Le indagini eseguite dai militari del Nucleo Operativo del Gruppo di Firenze, hanno consentito di localizzare l’ingente quantitativo di giocattoli, stoccato in un magazzino, nel Comune Sesto Fiorentino (Firenze), riconducibile a una societa’ che opera nel settore della logistica. La merce, di provenienza cinese, era stata sdoganata nel porto di Rotterdam (Olanda). Il container che la conteneva arrivato a Padova con un treno merci, e successivamente, e’ stata caricata su un tir per raggiungere la Toscana. Destinataria finale dei giocattoli e’ risultata essere una ditta individuale con la sede legale a Sesto Fiorentino, la cui titolare, una donna cinese, denunciata, si e’ resa irreperibile.

E’ stato riscontrato che parte della merce, per il tramite di una societa’ veneta, era stata ceduta ad un grossista di giocattoli operante in Toscana, il quale, agendo in buona fede e ritenendo che i prodotti fossero originali, li aveva distribuiti in alcuni negozi di Firenze. L’intervento delle fiamme gialle ha consentito l’immeditato ritiro dei prodotti dal mercato. Nei prossimi giorni, alcuni campioni della merce saranno analizzati da esperti dell’Istituto Superiore di Sanita’, al fine di riscontrare l’eventuale uso di sostanze tossiche nel ciclo di produzione.

ADNkronos, 20 marzo 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.