Arresto Aung San Su Kyi, gli insegnanti No laogai! esprimono sdegno

Esprimiamo il nostro sdegno per l’arresto del Premio Nobel per la Pace e leader dell’opposizione birmana, Aung San Su Kyi e di due suoi collaboratori. Il regime comunista birmano vessa già da troppi anni Aung, che ha una salute fragile, commettendo gravi crimini contro il popolo e le minoranze etniche. La nomenclatura ha recentemente  spogliato il popolo di aiuti internazionali, contrastando soccorsi competenti, in occasioni di gravi catastrofi naturali.

Chiediamo alla comunità politica nazionale e internazionale una mobilitazione ed un intervento per dare voce a chi è oppresso ingiustamente e vessato dalla violenza del materialismo comunista.

Vincenzo Rizzo, insegnante di Filosofia,

Insegnanti No Laogai

Toni Brandi, presidente Laogai Research Foundation Italia Onlus

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.