Arrestato sacerdote del Fujian: aveva organizzato un campo con 300 universitari

Un sacerdote sotterraneo della diocesi di Mindong (Fujian) è stato arrestato per aver organizzato un campo con 300 studenti universitari. Altri tre sacerdoti suoi collaboratori hanno ricevuto un mandato di arresto, non ancora eseguito; ad altri tre sono state comminate multe fino a 500 yuan (circa 50 euro). Settimane prima del suo arresto, il sacerdote aveva dichiarato: “Sarei felice di servire come testimone di Cristo e seguire l’esempio di tanti santi martiri”.

P. Giovanni Battista Luo, 39 anni, e altri 6 sacerdoti della Chiesa sotterranea, avevano organizzato un campo invernale di quattro giorni con 300 studenti universitari, divisi in due tranche, alla fine di gennaio e all’inizio di febbraio. Il 3 febbraio scorso la pubblica sicurezza è arrivata al campo (nella chiesa di Saiqi) e hanno ordinato ai sacerdoti di cancellare l’evento. I sacerdoti si sono rifiutati e hanno spiegato la situazione agli studenti lì presenti, invitando coloro che avevano paura a lasciare il campo e rassicurando gli altri che i sacerdoti sarebbero stati sempre con loro. Solo 20 dei presenti sono andati via. Il giorno dopo i membri della pubblica sicurezza hanno sottoposto a un lungo interrogatorio i sacerdoti, ma non hanno fatto alcun arresto.

In quei giorni, p. Luo aveva detto ad AsiaNews che egli era “pronto ad andare in prigione”, che non aveva “nulla da temere” e che era “orgoglioso di essere un sacerdote cattolico, desideroso di professare la fede anche con le azioni”. E ha aggiunto: “Sarei felice di servire come testimone di Cristo e seguire l’esempio di tanti santi martiri”.

P. Luo è un evangelizzatore molto attivo, anche su internet, dove tiene un blog molto visitato.

Dal 3 marzo scorso egli è “detenzione amministrativa” in una guest-house (prigione) del goveno a Fuan. Altri tre sacerdoti, i padri Guo Xijin, Miu Yong e Liu Maochun hanno ricevuto mandato di arresto ma finora la polizia non l’ha eseguito. Altri tre sono stati penalizzati a pagare 500 yuan, ma i fedeli dicono che essi preferiscono andare in prigione piuttosto che pagare la multa.

La diocesi di Mindong è nella quasi totalità costituita da fedeli della Chiesa sotterranea: su 80 mila cattolici, più di 70 mila sono clandestini, molto organizzati e vivi, con oltre 50 sacerdoti, 96 suore e 400 laici catechisti.Il loro vescovo è mons. Vincenzo Huang Shoucheng, di 86 anni.  Mindong ha anche un vescovo patriottico, mons. Zhan Silu, seguito da pochi fedeli.

Fonte: AsiaNews, 12 marzo 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.