Amnesty International lancia campagna per la liberazione di 17 tibetani tra cui un monaco.

Dharamshala, 10 gennaio: The Amnesty International ha avviato una campagna per la liberazione di 17 tibetani, tra cui Khenpo Kartse, un monaco tibetano del monastero di Jhapa in Nangchen ,Tibet .

Amnesty ha lanciato un appello alla comunità internazionale per scrivere al direttore dell’Ufficio di Pubblica Sicurezza del Tibet di rilasciare Khenpo Kartse e i 16 tibetani arrestati a seguito di una manifestazione dei tibetani locali che acclamavano la liberazione di Kartse.

Il gruppo per i diritti umani ha anche chiesto alle autorità cinesi di liberare immediatamente e incondizionatamente i tibetani, assicurarsi che non siano stati torturati; informare sul luogo di detenzione di Khenpo Kartse e di altri tibetani e di sostenere il loro diritto di essere rappresentati da un avvocato di fiducia.

Khenpo Kartse è stato arrestato dalla polizia di Chamdo nella notte del 6 dicembre a Chengdu, dove si era recato per quanto riguarda l’acquisto di materiale religioso per il suo monastero. Il 21 dicembre, sedici tibetani, tra cui diversi monaci sono stati arrestati per il loro coinvolgimento in una protesta chiedendo il suo rilascio.

Dopo l’arresto dell’abate, centinaia di monaci e laici in Nangchen hanno organizzato un corteo con cartelli e striscioni per chiedere la liberazione del religioso .

Il gruppo dei diritti umani ha anche accusato la Cina di intensificare la repressione nelle aree tibetane e imporre invadenti controlli militari e di sicurezza sul popolo tibetano .Le autorità cinesi continuano inoltre a umiliare i tibetani e sottoporli alla ” educazione patriottica “, che li costringe a denunciare il Dalai Lama ed esprimere sostegno per il Partito Comunista Cinese

In una lettera divulgata tramite la polizia di Nangchen, Khenpo fa sapere che lui e gli altri arrestati stanno bene e non sono stati torturati e che nessuno dovrebbe soffrire per causa sua . Lancia un appello ai confratelli di concentrarsi sulla loro educazione monastica di routine. Invita tutti di mantenere la calma e non prendere alcuna iniziativa in maniera frettolosa.

Phayul, January 10, 2014

English version,click here:
Amnesty International launches campaign for Khenpo Kartse, 16 other detainees

Articoli correlati:
Cina: La Rieducazione Patriottica. Una forma di tortura

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.