Categoria: Ambiente, natura e animali

Dopo le proteste internazionali, la Cina rinvia l’annullamento del divieto di commercio per le ossa di tigre e corni di rinoceronte

A fine del mese scorso la Cina aveva preso una decisione tanto storica, quando contestata: dopo 25 anni il commercio di ossa di tigre e corno di rinoceronte sarebbe tornato legale. Il Paese aveva infatti annunciato la legalizzazione sia dell’uso di parti di tigre e corno di rinoceronte prelevati da animali allevati in cattività sia del commercio interno di oggetti antichi ricavati da tigri e rinoceronti.

CINA: Torna dopo 25 anni il commercio di zampe di tigre e corni di rinoceronti. Il Wwf: Devastante

La medicina tradizionale cinese usa zampe e ossa di tigre per dare energia e vitalità; polvere di corni di rinoceronte per esaltare la potenza sessuale. Per il Consiglio di Stato si possono usare animali cresciuti in cattività o morti. Ma il Wwf teme che il mercato si espanderà.

Cina, traffico di pelle di elefante: è boom. “Il modo più rapido per estinguere la specie”[Video]

Il commercio illegale di pelle di elefante sta aumentando. Vertiginosamente. Nel rapporto Skinned: The growing appetite for Asian Elephants, frutto di anni di ricerche sul campo e contatti diretti con i trafficanti, l’ong inglese Elephant Family ha acceso i riflettori sul fenomeno, in costante crescita a partire dal 2010. E lo ha fatto alla vigilia della conferenza sui traffici illeciti di specie animali protette che si terrà a Londra la prima settimana di ottobre.

Due terzi delle bottiglie di plastica nel mare di Hong Kong e Taiwan vengono dalla Cina.[video]

La scoperta da parte di ambientalisti che hanno ripulito 16 spiagge dei due territori. È necessario che Pechino riduca i rifiuti e responsabilizzi le ditte produttrici delle bevande a ridurre l’uso della plastica.

Cina, la Fao ora lancia l’allarme: “Si sta diffondendo la peste suina”

La Cina è in allarme. Il virus è letale e non lascia scampo ai maiali infetti, che nel 100 per cento dei casi trovano la morte. La peste suina africana potrebbe presto diffondersi nel Paese, decimando decine di migliaia di capi di bestiame. E in una nazione che negli ultimi anni ha iniziato a investire sui maiali considerandoli una nuova forma di business, questa notizia manda ancora più in agitazione il governo.

Asini africani a rischio estinzione: boom di esportazioni verso la Cina.[video]

La pelle dell’animale da soma è utilizzata per produrre l’ejiao, un elisir in grado di curare insonnia, fatica cronica, anemia e accrescimento della libido. La popolazione di asini in Cina si è ridotta in pochi anni. In Africa si è dimezzata in pochi anni. Per produrre 5mila tonnellate di ejiao (il fabbisogno annuale in Cina) occorrono 4 milioni di pelli.

La Cina ha (probabilmente) pompato un gas vietato nell’atmosfera

Il mese scorso gli scienziati hanno pubblicato un rapporto che descrive un recente aumento delle emissioni da clorofluorocarburi (CFC), un gas industriale vietato dal 2010. Il New York Times ha avviato un’indagine per trovare la fonte delle emissioni. Domenica, hanno pubblicato le loro conclusioni: è probabile che le fabbriche cinesi siano le responsabili .