Aiuto per il Tibet

Il Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Navi Pillay ha esortato il governo cinese ad affrontare immediatamente la situazione politica del Tibet dove le proteste del popolo oppresso ha portato a 62 auto immolazioni di monaci. Il Commissario ha dichiarato che la stabilità sociale in Tibet non potrà mai essere raggiunta attraverso le pesanti misure di sicurezza  e la soppressione dei diritti umani che Pechino pone in essere dal 1959.

Clicca qui per leggere il documento diffuso da Savetibet.org

Fonte: Savetibet, 2 novembre 2012

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.