Google vs Cina: la storia di Xu Zhiyong, tra censura compromessi e democrazia

Potere e tecnologia, autoritarismo e democrazia, interessi economici e censura. La capacità della rete di disperdere il potere, decentrarlo, distribuirlo in orizzontale, renderlo condiviso e pensato per una cittadinanza attiva, che propone e non sta a guardare.

Temi mai così attuali, anche nel Belpaese, con alle porte un osceno decreto Romani, come ci spiega bene nel suo blog Alessandro Gilioli.

Il caso più lampante di scontro tra potere tecnologico e potere politico nelle ultime settimane è certamente quello di Google contro la Cina. Infatti dopo ripetute violazioni a fini di spionaggio, furto di proprietà intellettuale e censura da parte delle autorità cinesi, Google ha minacciato, almeno inizialmente, di andarsene.

Strategia giusta o sbagliata? La storia di Xu Zhiyong ci può aiutare meglio a capire la portata della posta in gioco.

Fonte: Polis Blog, 21 gennaio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.