Vittoria del Tibet al Campidiglio!

Il 28 luglio 2008 al Campidoglio, Aula di Giulio Cesare, il Consiglio Comunale di Roma ha approvato a larghissima maggioranza la Mozione ex-art.109 DIRITTI UMANI VIOLATI IN TIBET ED IN CINA. Tale Mozione ricorda l’ illecita occupazione militare del Tibet e il genocidio culturale e fisico dei Tibetani; le inascoltate proposte  del Dalai Lama sull’autonomia e non sull’indipendenza del Tibet; le ignorate  risoluzioni e iniziative di vari Governi e Parlamenti; gli impegni solennemente assunti dalla Cina al momento dell’assegnazione dei Giochi Olimpici (garantire il rispetto dei diritti umani fondamentali per i cinesi stessi e le minoranze presenti nel territorio, secondo l’art. 35 della Costituzione Cinese)  e puntualmente disattesi.  Denuncia l’attuale sanguinosa ondata di repressioni, col pretesto dell’ordine pubblico in vista delle Olimpiadi e ha impegnato il Sindaco e la Giunta Capitolina ad esprimere solidarietà ai Tibetani, ad invitare le autorità cinesi a mantenere la parola data, a chiedere al Governo Italiano di disertare l’inaugurazione dei Giochi, ad esporre la bandiera tibetana per tutta la durata delle gare, ad organizzare un evento per sensibilizzare la cittadinanza e promuovere manifestazioni nei vari municipi.!  Il 29 luglio, durante la seduta consiliare, alcuni consiglieri hanno indossato magliette con la scritta FREE TIBET e sventolato per molti minuti bandiere tibetane ribadendo la condanna per la Cina

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.