Visto negato, Katy Perry non si esibirà allo show di Victoria’s Secret

Le autorità cinesi non hanno permesso alla cantante di entrare nel paese. Katy Perry non potrà partecipare all’annuale sfilata di Victoria’s Secret perché le autorità cinesi le hanno negato il visto per entrare nel loro paese.

La cantante avrebbe dovuto prendere parte allo show, che si terrà il prossimo lunedì a Shanghai, ma al suo posto è stato invece contattato Harry Style.

Secondo il New York Post, la 33enne avrebbe inizialmente ottenuto il permesso di ingresso, ma le autorità ci avrebbero ripensato quando hanno scoperto che nel 2015 Katy ha tenuto un concerto a Taipei, Taiwan, indossando un vestito adornato da girasoli, simbolo adottato dalla protesta anti cinese proprio in quell’area.

Inoltre durante il concerto la Perry aveva sventolato una bandiera taiwanese per supportare il paese, che ha passato anni a combattere la Cina per ottenere l’indipendenza.

Una fonte ha spiegato: «All’inizio le era stato assicurato il visto, ma poi le autorità hanno cambiato idea. Per ogni artista che vuole esibirsi in Cina, le autorità controllano i suoi social e anche la rassegna stampa del passato per capire se abbia mai detto o fatto qualcosa per offende il paese. I Maroon 5 sono stati banditi alcuni anni fa perché un membro della band aveva fatto gli auguri di compleanno al Dalai Lama su Twitter».

Ticinoonline, 17 nov. 2017

English article,Phayul: Katy Perry joins list of artistes banned from China

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.