Valanga di donazioni alla veglia di Hong Kong serviranno per un archivio su Tiananmen

Alla veglia del 4 giugno gli organizzatori hanno raccolto almeno 2,1 milioni di dollari di Hong Kong ( circa 194 mila euro) in donazioni che saranno utilizzate per fondare un archivio storico sul movimento pro-democrazia dell’89.

La veglia per commemorare i 20 anni dal massacro di Tiananmen ha radunato almeno 150 mila persone nel Victoria Park.

Lee Cheuk Yan, uno dei leader dell’associazione che organizza ogni anno la veglia, ha dichiarato che “è stupefacente vedere come la gente di Hong Kong, anche segnata duramente dalla crisi finanziaria, abbia deciso di sostenere a fondo la lotta per una Cina democratica”.

L’archivio sul movimento democratico e sul massacro di Tiananmen sarà il primo nel suo genere. Ad esso sarà annesso un piccolo museo e sarà possibile effettuare ricerche via internet per diffondere in tutto il mondo le notizie su quell’evento.

Secondo informazioni provenienti dalla Cina, nonostante la forte censura sugli eventi legati al 4 giugno, nella Repubblica popolare alcuni siti hanno potuto diffondere immagini e collegamenti con la veglia di Hong Kong. Nei giorni precedenti la Cina aveva oscurato almeno 160 siti, oltre alla normale censura preventiva di tematiche politiche e legate al massacro di Tiananmen.

Un blogger ha commentato: “Noi della Cina popolare dovremmo ringraziare la gente di Hong Kong che si è radunata per commemorare la notte del 4 giugno: essi rappresentano la coscienza della Cina”.

fonte: AsiaNews, 6 giugno 2009

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.