Gansu, la folla fronteggia la polizia con sbarre e zappe e incendia il municipio

La protesta innescata dall’esproprio forzato delle case di circa 30 persone. Oltre 60 ferite, auto in fiamme, uffici devastati. Nel Paese sono frequenti le proteste di piazza per motivi economici e espropri ingiusti, sostenute da una popolazione che rivendica la tutela dei diritti di base.  Circa 1.000 cittadini hanno assaltato gli uffici municipali a Longnan (nel nordoccidentale Gansu) e si sono scontrati con la polizia, ieri sera, fracassando finestre, mobili e computer e dando fuoco ai veicoli per la strada. Dopo ore di guerriglia urbana, le autorità dicono che hanno adottato rigide misure per riportare la situazione “fondamentalmente sotto controllo”, senza meglio specificare. Leggi su Asia News

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.