Trieste, la Guardia di Finanza sequestra oltre 280 mila articoli contraffatti cinesi

Oltre 280 mila articoli con marchio contraffatto “made in Italy’, ma prodotti in Cina, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Trieste, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della repubblica. Lo rende noto oggi il Comando provinciale delle Fiamme Gialle. La merce, che avrebbe avuto sul mercato un valore di 992 mila euro, e’ stata scoperta nella sede di una societa’ italiana che commercia in biancheria di lusso. Le Fiamme Gialle, assieme ai funzionari doganali del capoluogo giuliano, hanno inoltre messo i sigilli a quasi 90 mila piatti di porcellana di una famosa societa’ italiana, prodotti in Cina, ma falsamente indicati come “realizzati a Venezia”.

Negli ultimi mesi, la Guardia di Finanza triestina ha sequestrato oltre 190 mila capi di abbigliamento ‘griffati’, 500 oggetti promozionali con loghi contraffatti e, all’interno del sito di e-commerce “eBay” hanno scoperto falsi kit per il montaggio di faretti allo xeno per auto.

Rainews 24, 4 Gennaio 2009

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.