Categoria: Torture

Il defunto Liu Xiaobo si unisce a una lunga lista di vittime causate dalla dura vita nelle prigioni cinesi

Il premio Nobel per la pace Liu Xiaobo, che ha ricevuto l’attenzione internazionale per il suo ruolo nella protesta di Piazza Tiananmen, e che stava scontando una sentenza di undici anni per “incoraggiamento alla sovversione del potere statale”, è morto giovedì per un cancro al fegato. Questo è stato semplicemente un ultimo esempio dell’effetto devastante, che accorcia la vita, della detenzione in una prigione cinese.

La morte di Liu Xiaobo: vergogna per il Governo Cinese ma anche per l’Occidente

di Aldo Forbice
“C’è qualcuno con te? / Ci sono degli uccelli / Non li vedo/ Ascolta il battito delle loro ali/ Non sarebbe bello disegnare degli uccelli sui rami ? / Sono troppo vecchia per vedere, cieca”.
Questi versi sono di Liu Xia, la moglie del dissidente Liu Xiaobo, morto a 61 anni, di un tumore al fegato dopo otto anni (su 11 anni di condanna) trascorsi in un carcere cinese. Le autorità lo hanno “liberato” per evitare di farlo morire in una cella: non lo hanno fatto per umanità, ma semplicemente perché temevano un impatto sull’opinione pubblica ancora più devastante.

‘Liu Xiaobo dovrebbe essere un uomo libero’: Ai Weiwei si unisce alle richieste di rilascio del dissidente in fin di vita

L’artista: la Cina deve liberare il prigioniero dopo che i medici stranieri hanno dato il via libera per il suo viaggio, poiché ‘tutto questo verrà ricordato da tutto il mondo’. L’artista cinese Ai Weiwei ha aggiunto la sua voce alle crescenti richieste alla Cina per il rilascio del più famoso prigioniero politico, il Nobel per la pace Liu Xiaobo, criticamente malato.

Il premio Nobel cinese ‘malato terminale’ entra in ospedale. Torture in prigione

Le autorità della provincia cinese nordorientale di Liaoning hanno rilasciato Liu Xiaobo, dissidente e Nobel per la pace, e lo hanno trasferito all’ospedale poichè malato terminale di cancro del fegato. Liu, 61 anni, è attualmente in cura presso un ospedale della capitale provinciale di Liaoning, Shenyang, ha comunicato a RFA il suo avvocato, dopo una diagnosi di cancro al fegato in stadio terminale, poco più di un mese fa.

Il nuovo capo di Hong Kong si prepara a combattere ‘l’atteggiamento pro-indipendenza’ con l’implemento di nuove leggi

Il nuovo governatore generale di Hong Kong, Carrie Lam, ha dichiarato che combatterà le “forze pro-indipendenza” in città e comincerà a promuovere il senso d’identità cinese tra i bambini molto piccoli, innescando il timore che cercherà di fare loro il lavaggio del cervello per indurli alla fedeltà verso il Partito Comunista Cinese.

CINA-Guangxi: Luo Jibiao, 50 anni, muore in prigione sotto le torture

Era stato arrestato un mese prima per rissa. I familiari hanno scattato foto al corpo senza vita e pieno di lividi e sangue. I tentativi di insabbiamento con false autopsie. Dopo la denuncia, il villaggio di Luo è controllato da uomini armati e gli avvocati della famiglia hanno perso il lavoro.

1 milione di euro dalla Cina per finanziare i manifestanti anti-Falun Gong

Li Zhen e Larry Ong , Epoch Times | 24/05/2017

Il 23 aprile, a Hong Kong si è tenuta una solenne parata alla quale hanno partecipato circa 1.200 persone. Tuttavia, mentre il corteo marciava in una strada del distretto centrale degli affari, centinaia di uomini in t-shirt verde appartenenti a un altro gruppo hanno invaso i marciapiedi; con le mani reggevano dei cartelli e compivano gesti minacciosi, scagliandosi contro i pacifici dimostranti.