Torturato perchè praticante di una religione “non permessa” in Cina.

Wang Xinchun è un praticante del Falun Gong del distretto di Jinshantun, città di Yichun, provincia di Heilongjiang. Ha perso l’uso di entrambi i piedi nel 2002 come conseguenza del grave abuso subito nella stazione di polizia di Fenggou. Gli agenti della stazione di polizia di Fenggou lo hanno nuovamente arrestato e torturato violentemente nel dicembre 2008.

L’8 dicembre 2008, circa le 19:30, Min Changui, Gao Jian e Gao Shuguo della stazione di polizia di Fenggou sono arrivati in casa di Wang Xinchun. Senza mostrare alcun mandato, i poliziotti sono entrati con forza, hanno afferrato Wang e lo hanno trascinato in un furgone della polizia. Lo hanno messo in una stanza della stazione di polizia, mentre sono entrati in un’altra stanza per discutere come perseguitarlo. Anche i poliziotti di altri Dipartimenti di Polizia a questo punto sono stati coinvolti.

Tao Xuwei, il vice direttore del Dipartimento di Polizia del distretto di Jinshantun, Wang Xuegang della stazione di polizia di Fendou, Wang Hailong, Sun Lilong, Cao Wancai, Wang Shichen e Zhang Liguo (tutti della squadra criminale della polizia) erano fra quelli che dovevano preparare le tattiche di tortura. Dopo un po’ di tempo, i poliziotti della stazione di polizia di Fenggou sono andati per saccheggiare la casa di Wang Xinchun e per tormentare i suoi genitori. Nello stesso tempo, il resto del gruppo ha cominciato a torturare il signor Wang alla stazione di polizia. Hanno circondato Wang, lo hanno picchiato dandogli calci alla testa, ai piedi, alle gambe, alle braccia e al petto. Gli hanno tirato le sue braccia dietro la schiena e lo hanno ammanettato.

Tao Xuwei ha dato pugni e calci a Wang, mentre gli versava neve, acqua fredda e birra sul petto e sulla schiena. Poi Tao ha schiacciato con i piedi le ferite fatte precedentemente alle gambe di Wang. Inoltre ha usato un bastone di legno per picchiargli la testa, il viso, la spalla e la schiena. Peggio ancora, Tao ha bruciato il viso di Wang con il fuoco. Poi ha chiesto ad un’altra persona di trascinare Wang per le manette fino alla porta aprendola per fargli prendere il freddo gelido. Come se non bastasse, gli hanno versato acqua fredda sul petto e sulla schiena mentre era costretto a sedersi vicino alla porta. In breve tempo il viso e le mani di Wang sono diventati gonfi. La seconda notte Wang Xuegang, Zhang Liguo e Sun Lilong hanno deciso di essere di turno e hanno continuato a torturare il signor Wang. Gli hanno dato dei calci e l’hanno insultato, mentre bevevano alcool. Hanno gettato oggetti sul suo corpo, gli hanno bruciato il viso con il fuoco e con mozziconi di sigaretta. Gli hanno bruciato i capelli, versato la birra sul corpo e gli hanno riempito la camicia, davanti e dietro, di neve. Di nuovo lo hanno ammanettato, con le mani dietro la schiena e poi hanno tirato le manette verso l’alto per infliggergli dolore. Wang è stato torturato in questo modo per tre giorni di fila, durante i quali, Ding Dezhi, il vice direttore del Dipartimento di Polizia è venuto ad osservarlo tutti i giorni. Come conseguenza della tortura, il viso di Wang era deformato e la sua schiena era molto gonfia. C’erano quattro ferite gravi sui suoi polsi e sulla schiena e il dorso delle sue mani era rosso e gonfio. Wang aveva dolore in tutto il corpo e non poteva prendersi cura di sè.

Durante il saccheggio nella casa di Wang, la banda della stazione di polizia di Fenggou ha portato via due computer portatili, vari cavi, un lettore DVD, programmi di software utilizzati nella riparazione del computer, una parabolica, una copia dello Zhuan Falun, un libro del Falun Gong. Wang aveva un cancro pancreatico ed era completamente guarito dopo la pratica del Falun Gong. Quando è stato paralizzato dalla tortura, nel 2002 dall’ex capo della polizia Wang Wei, i medici all’ospedale del distretto di Jinshantun hanno detto che avrebbe avuto soltanto tre mesi di vita. Tuttavia, Wang non solo si è ripreso, ma è diventato perfino più in buona salute, grazie al suo studio continuo degli insegnamenti e della pratica del Falun Gong. Se non fosse a causa della persecuzione incessante, sarebbe guarito completamente dalle sue ferite alle gambe. Ogni volta che viene sottomesso alla persecuzione, la situazione delle sue gambe peggiora.

Prima dell’inizio della persecuzione, Wang Xinchun gestiva un negozio di riparazione di apparecchi elettrici. Ha bisogno del suo computer per trovare le informazioni sulla riparazione e per archiviare i dati dei suoi clienti. Ora che il Dipartimento di Polizia ha portato via i suoi computer, non può più gestire il suo lavoro. Per guadagnare da vivere, ha aperto un piccolo negozio di calzolaio. Ma di nuovo è stato perseguitato e ha dovuto chiudere il suo negozio. Dopo che è stato rilasciato, ha aperto un altro negozio di riparazioni, che è stato chiuso di nuovo dal Dipartimento di Polizia. Wang Xinchun è stato perseguitato al punto di diventare paralizzato, tuttavia il governo non gli ha dato nessun risarcimento. La polizia lo ha perseguitato ripetutamente.

L’11 dicembre 2008, Wang Xinchun è stato mandato a casa. Ma Ding Dezhi ha ordinato a Wang Shoumin, Guo Hui, Gao Jian, Gao Shuguo, Liu Qinglin, Zhang Wenge, Zhang Xiaoguang e Yang Changshan di tenerlo sotto controllo, monitorando la sua casa ventiquattro ore su ventiquattro. Non gli hanno permesso di contattare altre persone, né di parlare della persecuzione subita. 15 giorni dopo, Wang Xinchun si era rimesso in linea di massima dalle sue ferite. Solo allora hanno smesso di tenerlo sotto controllo. Negli ultimi anni ogni volta che è stato arrestato, la polizia estorceva soldi ai suoi genitori.

Prima del suo arresto nel dicembre 2008, Wang Xinchun è andato nella zona della foresta di Kangda per riparare un’apparecchiatura elettronica. Quando uno dei suoi amici ha visto che non poteva muoversi bene a cause delle ferite ai piedi, gli ha dato un passaggio con la bici. Niu Lijun della stazione di polizia di Dakunlun ha segnalato questo all’Ufficio 610 , il cui personale immediatamente ha mandato la polizia per fermare Wang e il suo amico e hanno confiscato un ricevitore satellitare. Allora Xiao Jingyu, Wang Yufeng (una persona della società di distribuzione via cavo locale) e i loro complici hanno seguito il capo del poliziotto Wang Shoumin e sono entrati con la forza nella casa di Wang per confiscare un altro ricevitore satellitare. Wang ha provato a prendere un taxi per tornare a casa, ma quando il taxi stava per fermarsi, Niu Lijun e Chen Yongmei gli hanno ordinato di andare via. Loro e altri tre o quattro poliziotti hanno spinto con forza Wang nel loro furgone di polizia e lo hanno portato alla stazione di polizia di Dakunlun. Alle 16:30, Wang Shoumin, Liu Guangmin e l’autista Xue Senlin sono venuti alla stazione di polizia di Dakunlun. Non appena ha visto Wang Xinchun, Wang Shoumin gli ha dato diversi calci. Poi hanno mandato Wang a casa. L’amico di Wang è stato arrestato e interrogato nello stesso giorno, e non è stato liberato fino a tarda notte.

Il 18 marzo 2008, Wang Xinchun è andato alla società di distribuzione via cavo, chiedendo la restituzione del suo ricevitore satellitare. L’azienda non solo ha rifiutato di restituire il ricevitore, lo ha insultato e lo ha denunciato alla polizia. Di nuovo è stato arrestato e mandato ad una stazione di polizia. Più tardi il direttore della foresta di Fengmao e un autista lo hanno portato indietro.

Il 2 aprile 2008, Wang è andato di nuovo per chiedere la restituzione del suo ricevitore satellitare. Wang Yufeng della società di distribuzione via cavo ha detto che non poteva prendere quella decisione. Nel pomeriggio, Wang è andato al Dipartimento di Polizia, ma Xiao Jingyu e Zhang Xingfu lo hanno trascinato fuori e gli hanno dato dei calci senza dargli la possibilità di dire qualche cosa.

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.